Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Alessandro e Pierangelo a Marsa Alam
NEWS

L'Arezzo va sotto ad inizio ripresa e non la riagguanta più. I tre punti vanno alla Juve U23

La Juventus U23 si conferma vera bestia nera degli amaranto che escono sconfitti di misura dalla gara del "Moccagatta". Dopo un primo tempo con poche occasioni, bianconeri avanti nella ripresa con Zanimacchia. La reazione è poco lucida con l'Arezzo che va vicino al gol solo una volta ma è sfortunato Cutolo che colpisce una clamorosa traversa. Stop quindi alla serie positiva con il 2020, solo un punto conquistato,  iniziato nel peggiore dei modi



In un atmosfera ovattata per l’assenza dei tifosi amaranto che hanno boicottato la trasferta per protestare contro la presenza delle squadre B in Lega-Pro, l’Arezzo va a caccia della prima vittoria stagionale fuori dalle mura amiche. Per farlo mister Di Donato si affida praticamente all’undici titolare, ritrovando, dopo la squalifica di sette giorni fa, Belloni che riprende il suo consueto posto sull’out di destra. Unica vera novità è l’impiego fin dall’inizio di Picchi, oggi preferito a Tassi, che va a formare con Foglia la coppia di centrocampisti centrali.

Dopo le prime fasi di studio al 9’ Cutolo perde un pallone al limite dell’area bianconera sugli sviluppi di un angolo dando il via ad una ripartenza fulminea di Fagioli che si fa tutto il campo poi serve Olivieri a tu per tu con Pissardo che è bravo in uscita ad impedire alla punta bianconera la conclusione a botta sicura. La Juve insiste ed al 13’ una punizione di Zanimacchia dal limite mette i brividi al portiere amaranto.  Al 16’ la prima conclusione amaranto a firma di Cutolo che non impensierisce Loria dal limite dell’area, poi è Picchi a calciare alto al 19’. La partita scorre via veloce anche se è infarcita da molti errori che entrambe le squadre commettono soprattutto in fase di costruzione della manovra, così le occasioni latitano. L’Arezzo in avanti costruisce poco ed anche i padroni di casa si perdono quasi sempre una volta arrivati nei pressi dell’area di rigore amaranto. Si arriva così al riposo senza altri sussulti con la gara inchiodata sullo zero a zero.

Nessun cambio ad inizio ripresa:  al 50’ Portanova perde una palla nella propria trequarti, ne approfitta Caso che si incunea in area e conclude con un tiro-cross ribattuto ad un soffio dalla linea a portiere battuto. Ribaltamento di fronte immediato e l’errore stavolta è di Baldan che da via libera  a Toure che calcia fuori da buona posizione. Pecchia inserisce Clemenza ed al 57’ è proprio lui a servire Zanimacchia in area di rigore: l’attaccante bianconero è bravo a girarsi e a fulminare Pissardo con un preciso rasoterra. L’Arezzo accusa il colpo e stenta ad abbozzare una reazione degna di nota. Al 66’ è Picchi di testa a chiamare in causa Lauria ma senza pericolosità. Al 70’ primo cambio per Di Donato che richiama in panchina Gori, opaca la sua prova, ed inserisce Mesina. Al 74’ Arezzo sfortunato con Cutolo che calcia al volo dal limite in perfetta coordinazione centrando in pieno la traversa. L’Arezzo prova ad aumentare la pressione ma senza grosse idee così Di Donato al 76’ getta nella mischia Piu togliendo Caso, ammonito per simulazione qualche istante prima. L’Arezzo sfiora il pareggio al 82’ sempre con Cutolo la cui punizione dai 25 metri fa la barba al palo di Loria. L’arbitro concede 5 minuti di recupero ma non succede più nulla: la Juventus porta a casa tre punti, cosa che non succedeva da tre mesi e l’Arezzo interrompe la propria striscia di imbattibilità. Inizio d’anno davvero tremendo per gli amaranto: un punto e zero gol segnati è il misero bottino racimolato in queste prime due gare dell’anno. Mercoledì a Lecco altra trasferta, probabilmente l’ultima chiamata per dare un senso a questa stagione.

 

Stadio “Moccagatta” di Alessandria ore 15.00

 

JUVENTUS U23 (4-2-3-1): 22 Loria; 18 Di Pardo (dal 35’ st 2 Oliveira), 35 Alcibiade, 13 Mulè, 24 Frabotta; 15 Toure, 8 Portanova, 26 Fagioli (dal 24’ st 5 Muratore); 17 Zanimacchia (dal 35’ st 20 Beruatto), 11 Olivieri (dal 24’ st 27 Del Sole) , 29 Fredriksen  (dal 10’ st 21 Clemenza)

A disposizione: 1 Nocchi, 30 Siano, 7 Lanini, 10 Beltrame.19 Rafia, 39 Gozzi Iweru

Allenatore: Fabio Pecchia

 

AREZZO (4-4-2): 1 Pissardo; 16 Luciani, 5 Borghini, 27 Baldan, 19 Corrado; 7 Belloni, 8 Foglia, 6 Picchi (dal 40’ st 23 Rolando), 20 Caso (dal 31’ st 14 Piu); 10 Cutolo, 18 Gori (dal 25’ st 9 Mesina)

A disposizione: 22 Daga, 2 Mosti, 3 Sereni, 4 Nolan, 11 Zini, 13 Ceccarelli, 21 Benucci, 29 Tassi, 30 Cheddira

Allenatore: Daniele Di Donato

Indisponibili: Burzigotti, Dell'Agnello, Volpicelli

Diffidati: Luciani, Volpicelli

 

ARBITRO: Mattia Caldera di Como (Fabrizio Aniello Ricciardi di Ancona - Antonio Marco Vitale di Ancona).

NOTE: spettatori un centinaio. Ammoniti: Foglia 33’ pt, Olivieri 43’ st; Caso 31’ st, Baldan 38’ st, Beruatto 48’ st

RETI: 12’ st Zanimacchia

scritto da: Simone Trippi, 19/01/2020





Juventus U23-Arezzo 1-0, intervista a mister Di Donato

Juventus U23-Arezzo 1-0
comments powered by Disqus