Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Sara davanti al Duomo di Milano
NEWS

In serie positiva ed ora fuori dalla zona playout: il Lecco non è più quello di inizio campionato

Cambiato allenatore dopo il pessimo inizio, il Lecco si è ora guidato da mister D'Agostino e sta rivoluzionando sul mercato il proprio organico. Reduce da una importante vittoria a domicilio contro il Novara punta a continuare la propria striscia positiva che, per la prima volta in stagione, l'ha portato fuori dalla zona rossa. In casa non perde da Novembre



Andrea Malgrati, leader della difesa del Lecco

Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite che sarà di nuovo campionato. Domani, nel recupero della ventesima giornata, gli amaranto saranno ospiti del Lecco. I lombardi con 23 punti occupano la quindicesima posizione.

 

LA COSA DA SAPERE  Società fondata nel 1912, reduce dalla promozione della passata stagione, tornando così in C dopo sette stagioni. Nelle scorse settimane c’è stato un cambio al vertice. Dopo le dimissioni di Paolo Leonardo Di Nunno, la carica di presidente è rimasta vacante per circa un mese, passando poi a suo figlio diciottenne Cristian Paolo, in precedenza vicepresidente assieme al fratello Gino. Dimissioni dovute a motivi di salute, ma anche perché patron Di Nunno, da diversi mesi, si lamentava  della scarsa presenza del pubblico, ma soprattutto di un clima di ostilità ed indifferenza nei suoi confronti da parte di tifosi e istituzioni. Nonostante questo, società molto attiva nel mercato. Hanno lasciato la squadra i due colpi del mercato estivo, Scaccabarozzi (passato al Renate) e Chinellato, scambiato con Bolzoni con l’Imolese. Inoltre il Lecco ha ingaggiato il centrale difensivo Alessio Milillo (’97) dalla Viterbese, la punta Francesco Forte (’99 proprietà Milan, ma in prestito a Piacenza) ed il portiere Livieri (’97 Pisa).

Hanno lasciato la maglia blu-celeste Alborghetti e Pedrotti passati al Ponte San Pietro e Segato passato alla Pro Sesto. Nelle ultime ore secondo Radiomercato sta circolando il nome di Saraniti (Vicenza) o in alternativa di Albadoro (Avellino), come rinforzo per l’attacco.

 

ALLENATORE In panchina siede dal 4 ottobre scorso Gaetano D’Agostino, che ha sostituito il mister della promozione Marco Gaburro. Giovanissimo allenatore classe ’82, originario di Palermo, da giocatore una brillante carriera con le maglie tra le altre di Udinese, Roma, Bari, con la gioia di aver indossato anche la maglia della nazionale maggiore. Chiusa la carriera da calciatore alla Lupa Roma e terminato il corso d’allenatore a Coverciano, viene ingaggiato come mister dell'Anzio (Serie D), portando la squadra alla salvezza, insperata ad inizio anno. Poi è sulla panchina della Virtus Francavilla ,concludendo al nono posto in classifica e chiudendo l’annata con l’eliminazione al secondo turno dei play-off per mano della Juve Stabia. Poi nell’estate 2018 firma un biennale con l’Alessandria, ma l’avventura con i grigi finisce anzitempo con un esonero. Mister preparato a livello tecnico, a cui piace giocare un calcio propositivo, cercando di fare la partita, con giocate in velocità.

 

FORMAZIONE.  Dovrebbe essere schierata col 3-4-3. Safarikas (Livieri)-  Procopio, Malgrati, Merli Sala (Bastrini); Carissoni, Bobb, Bolzoni, Strambelli (Pastore) – Negro, Capogna (Fall), D'Anna

 

Simone D'Anna, attaccante esterno scuola FiorentinaPUNTI DI FORZA.  Da tenere d’occhio capitan Andrea Malgrati (’83). Lecchese d’hoc, arrivato due stagioni fa dal Renate, difensore centrale attento e applicato, leader del reparto, discreto tecnicamente, forte nel gioco aereo. Yusupha Bobb (’96), mediano originario del Gambia, che qualche stagione fa sembrava lanciato verso palcoscenici importanti, quando vestiva la maglia del Cittadella, ma che un brutto infortunio ha rallentato. Centrocampista rapido, è il play della formazione di D’Agostino, giocatore con tanto fosforo e tanta corsa. Maikol Negro (’88) arrivato a stagione in corso dopo le poco esaltanti esperienze con Pisa e Rende. Esterno offensivo, che può agire anche da attaccante centrale, coriaceo, rapido, bravo al dribbling, temibile nello stretto, in cerca di riscatto dopo un periodo opaco. Infine il capocannoniere, con 4 reti, Simone D’Anna (’90). Attaccante esterno o seconda punta cresciuto nella Fiorentina, mancino puro, rapido, abile palla al piede, agonisticamente cattivo, discreto stoccatore dalla media distanza.

 

PREGI E DIFETTI  Dimentichiamoci della squadra affrontata e battuta agevolmente (3-1) a fine agosto al Comunale. Il Lecco ha cambiato radicalmente pelle grazie al mercato, inizialmente pescando tra gli svincolati. Sono arrivati a campionato in corso Bobb, Maikol Negro, l’esterno offensivo Nicola Strambelli (ex Bari e Reggina), il centrale Alessandro Bastrini (in A con la Samp, ultima stagione a Monopoli) ed il terzino Andrea Pastore (ex Francavilla). Oltre ai giocatori, diversa anche la guida tecnica. Rispetto al predecessore Gaburro, D’Agostino, ha impostato la squadra con la difesa a 3, cercando maggior spinta sugli esterni con i vari Pastore, Strambelli (che può agire da esterno di centrocampo a da attaccante), Carissoni e Guidici. Quest’ultimo sarà però squalificato al pari del centrocampista Moleri e al portiere di riserva Jusufi, espulso dalla panchina nell’ultimo turno. Oltre a queste assenze il mister dei lombardi dovrà fare i conti con l’infermeria: out Marchesi, Vignati e Migliorini. Squadra in forma (nelle ultime sette partite una sola sconfitta, a Pontedera) e reduce dalla bella vittoria (3-2) sul Novara grazie a Capogna e alla doppietta di D’Anna. Contro i Piemontesi prestazione molto positiva, squadra ritrovatasi un po' per caso in svantaggio al primo affondo del Novara, ma la reazione degli “aquilotti” non si è fatta attendere ed è arrivato un successo che potrebbe rivelarsi molto prezioso in ottica salvezza, perché per la prima volta in stagione, il Lecco, è fuori dalla zona play-out.  La difesa nelle ultime settimana è apparsa maggiormente registrata e concentrata rispetto al recente passato. Fisica, coriacea, forte sui palloni alti, trova difficoltà se presa in velocità, portando i centrali sull’esterno. Linea mediana, dove D’Agostino avrà scelte obbligate, laddove si è subito inserito alla perfezione l’ex Palermo Francesco Bolzoni, giocatore esperto e molto abile a livello tattico, che con Bobb ha trovato subito il giusto affiatamento. Sugli esterni a destra dovrebbe agire Carissoni, maggiormente a suo agio in fase difensiva, mentre sull’out opposto sarà assente per squalifica Guidici, ex Monza. Nella sua posizione dovrebbe abbassarsi Strambelli, con il rientro negli undici titolari di Negro, nel tridente d’attacco, che sarà completato da D’Anna e Capogna, attaccante discretamente strutturato, autore di 3 reti in campionato. Reparto offensivo  composto inoltre da Ameth Fall (giramondo della terza serie), dal neo acquisto Forte e gli esterni Lisai e Maffei. Il Lecco è squadra che sta attraversando un buonissimo momento, apparsa applicata e concentrata nelle ultime uscite, quasi sempre “sul pezzo”, che non perde in casa dal 10 Novembre (0-2 contro il Renate) e che nelle ultime giornate sta trovando anche la porta avversaria con una certa facilità.

 

ULTIMO PRECEDENTE  Ultimo precedente al Rigamonti-Ceppi risale al 21 febbraio 2010, quando gli amaranto di Galderisi si imposero per 1-0 grazie ad un gol di Horacio Erpen. All’andata la partita si chiuse sul 3-1 grazie a Borghini, Cutolo e Rolando e gol ospite di Marchesi.

 

scritto da: Mauro Guerri, 21/01/2020





Lecco-Novara 3-2, gli highlights della partita

comments powered by Disqus