Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Alessandro e Riccardo a Parigi
NEWS

Ventitreesima giornata. Il Monza vince a Vercelli e sale a +15 sul Pontedera

E' ormai una formalità il campionato della capolista che passa anche a Vercelli, mentre il Pontedera si fa recuperare a Novara nei minuti finali. I piemontesi grazie a questo punto raggiungono il Renate, sconfitto a Como, al terzo posto. In coda successo importante per il Giana Erminio che batte di misura il Gozzano e lo avvicina in classifica.



Simone Ganz, per lui una doppietta nel successo del Como sul Renate

Sempre maggiore il vantaggio del Monza rispetto agli inseguitori. Con la vittoria di Vercelli contro la Pro (1-2), adesso il distacco dal Pontedera è di 15 punti. Brianzoli sul doppio vantaggio già nel primo tempo: apre le danze Fossati che sfrutta bene un assist di Mota, lanciato a campo aperto da Iocolano e raddoppio grazie ad una sfortunata autorete di Auriletto, che devia alle spalle del proprio portiere Saro un corner calciato da Morosini. Ad inizio ripresa Rosso dal discetto riapre la partita, ma gli ospiti, però si difendono bene e portano a casa l’intera posta in palio.

Il Pontedera impatta 1-1 sul sintetico del Silvio Piola contro il Novara. Granata in vantaggio, nella prima frazione grazie a Semprini che va via a Sbraga e di destro trova l'angolino dove Marchegiani non può intervenire. Partita che pare indirizzata, ma un fallo di Salvi su Bianchi provoca il rigore del pareggio, trasformato con freddezza da Schiavi all’88° minuto. In pieno recupero, il Novara, addirittura vicino alla vittoria con Bianchi.

La Carrarese, nell’anticipo di sabato, non va oltre il pareggio nel derby del Melani  contro la Pistoiese. Vantaggio degli apuani con il solito Infantino, arrivato a quota 15 reti, che è il più lesto ad avventarsi su un cross di Cardoselli. Ad inizio ripresa pareggio dei padroni di casa grazie ad un autogol di Tedeschi, che devia nella propria porta un cross di Ferrarini. Questo pareggio porta gli azzurri al terzo posto, affiancando il Renate, sconfitto a Como (2-0).

I lariani fanno loro l’intera posta in palio grazie ad una doppietta di Ganz, entrambi su calcio di rigore, il primo provocato da un fallo di Baniya su Gabrielloni, mentre il secondo causato da un fallo dell’estremo Satalino su Peli. Grazie a questa vittoria il Como, assieme all’Arezzo (3-0 alla Pergolettese), risalgono in zona play-off.

Il Siena conferma la sua avversione alle partite giocate al “Rastrello”, impattando per 1-1 contro il Lecco. Lombardi in 10 ad inizio ripresa (doppio giallo a Bastrini) e Robur che si porta in vantaggio su calcio di rigore (fallo di Bobb) trasformato da Arrigoni.  Ma dopo pochi minuti il Lecco raggiunge il pari, sempre dal dischetto (fallo di Buschiazzo su Fall), calciato perfettamente da Strambelli. Al triplice fischio sonori fischi del pubblico di casa per l'ennesimo pari interno dei bianconeri. Lecco molto gagliardo, che è riuscito a strappare un punto importante, nonostante l’inferiorità numerica, portando a cinque partite la striscia positiva.

Clamoroso 3-3 tra Alessandria ed Olbia. Succede tutto nella ripresa, doppio vantaggio dei grigi con Casarini (colpo di testa su assist di Celia) ed Eusepi (che svetta su cross di Casarini), ma al minuto 69 Biancu, con un chirurgico diagonale, accorcia le distanze. Dieci minuti dopo Eusepi (al gol numero 100 in carriera), su assist di Sartore, pare mettere fine al match, ma l’Olbia non si da per vinta. Prima accorcia nuovamente in mischia con Altare ed in pieno recupero Pennington pareggia una partita che pareva persa, approfittando di un assist di Giandonato.

Nell’altro anticipo del sabato la Pro Patria si impone per 3-2 sulla Juve B. Botta e risposta tra le due squadre all’inizio di entrambi i tempi. Nel primo avanti la Pro con Kolaj (che a tu per tu con Loria, lo fulmina con un preciso diagonale), prontamente ripreso da Muratore (grazie ad una bella azione personale). Stesso copione nella ripresa, avanti i bustocchi con Colombo (dopo un batti e ribatti in area di rigore) e ripreso dal nuovo arrivo dei bianconeri Ettore Marchi (che capitalizza al meglio una giocata di Olivieri). Al 71° arriva il definitivo vantaggio della squadra di Javorcic, grazie a Palesi, che con un tiro al volo beffa Loria.

Si butta via nel finale la Pianese (2-2) che dilapida a pochi minuti dal termine il doppio vantaggio contro l’Albinoleffe (prossimo avversario degli amaranto). Amiatini in gol prima con Udoh, su rigore e poi con Rinaldini, sempre dal dischetto. Seriani che non mollano e raggiungono il pari grazie alle marcature di Mondonico (assist di Genevier) e del baby Canestrelli. Infine importantissima vittoria del Giana contro il Gozzano (1-0) per merito di Manconi che con destro violento insacca la palla sotto la traversa. La classifica ora vede il Giana Erminio in penultima posizione, a -2 proprio dal Gozzano.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      

Marco PissardoTop Il premio in questa giornata va a Marco Pissardo, portiere degli amaranto. Il classe ’98 in questa stagione spesso tra i più positivi (ed in crescita di prestazioni) della squadra di Di Donato, ieri a mio modesto avviso, il migliore del pacchetto difensivo, sempre attento tra i pali, sicuro in uscita e freddo nei momenti chiave. Il premio va soprattutto per la parata ad inizio partita, sul risultato di 0-0, quando la Pergolettese è andata vicino al gol con Bortoluz, servito da Franchi, che  in spaccata trovava la porta, ma l'ottimo intervento del numero 1, che alzando il pallone sopra la traversa, manteneva la porta inviolata, ma soprattutto ha evitato che la partita prendesse una brutta piega. Una parata che vale un goal.

 

Flop : Finiscono dietro la lavagna Alessandria e Pianese. Entrambe pareggiano (3-3 i grigi e 2-2 i bianconeri), ma è il modo come è arrivato il risultato a rendere amari questi pareggi. I piemontesi erano in vantaggio al minuto 82 per 3-1, ma l’Olbia con Altare e Pennington li ha raggiunti, facendo perdere all’Alessandria punti importanti in chiave play-off. A Grosseto, la Pianese, all’87° addirittura conduceva per 2-0, ma prima Mondonico e poi Canestrelli hanno fatto sì che i prossimi avversari dell’Arezzo, portassero a casa un punto importante per consolidare la loro buona classifica. Per gli uomini di patron Sani un occasione persa per avvicinare la salvezza diretta.

 

Curiosità Aggiorniamo nuovamente il negativo score dell’Olbia, sono 21 le giornate senza vittorie. Importante magari a livello mentale la rimonta di Alessandria, ma la contemporanea vittoria del Giana, hanno fatto scivolare i bianchi in una solitaria ultima posizione. Infine Monza al massimo vantaggio +15 sul primo inseguitore

Pontedera.

scritto da: Mauro Guerri, 27/01/2020





comments powered by Disqus