Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Alessio a Palma di Maiorca - Spagna
NEWS

Solo la matematica divide il Monza dalla serie B. Il vantaggio sul Pontedera sale a 17 punti

La capolista continua la sua cavalcata a suon di vittorie mentre dietro frenano Pontedera e Renate. Crolla la Carrarese, sconfitta pesantemente in casa dal Giana Erminio. Entra in zona play-off la Pistoiese che vince a Como. In una giornata contraddistinta dai molti pareggi l'altra compagine a raccogliere bottino pieno è la Pro Vercelli che passa a Gozzano grazie ad una rete dell'ex-amaranto Rolando



Silvio Baldini, la sua Carrarese ha preso 4 gol in casa dal Giana Erminio

Che dire di questa 24° giornata? Che il Monza non perde colpi e rifila un netto 4-0 al malcapitato Lecco. Squadra di Brocchi in vantaggio con Morosini servito alla perfezione da Mota Carvalho, che firma la rete del raddoppio, di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, approfittando di una dormita della retroguardia del Lecco. Tris di Nicola Mosti, che a fine primo tempo, con un diagonale di sinistro indirizzato all'angolino basso, mette fuori dai giochi l’estremo Livieri. Pone l'ombrellino nel long drink Finotto, che approfittando di un bellissimo assist di Chiricò, firma il suo nono gol stagionale. I Brianzoli lanciano l'ennesimo segnale al resto della compagnia : il discorso per la promozione diretta in Serie B è da considerarsi chiuso, con i biancorossi che attendono solo la matematica, anche perché il Pontedera impatta (0-0) tra le mura amiche con la Juve B e scivola a 17 punti. Gara che ha visto le due squadre provare a superarsi, ma il Pontedera ha sbattuto sulla traversa (Piana) ed i bianconeri non capitalizzano con il nuovo acquisto Vrioni, ben imbeccato da Frabotta, una ghiotta occasione da rete.

Il Renate di mister Diana, ospite del fanalino di coda Olbia, non va oltre lo 0-0. Partita che si è chiusa con molto rammarico per i padroni di casa che hanno colpito ben due traverse e dominato il secondo tempo senza riuscire però a raggiungere la tanto agognata vittoria. Per le “pantere” solo un buono spunto di Sorrentino, ben disinnescato da Aresti. Pirotecnico pareggio tra Pergolettese e Novara (2-2). Padroni di casa in vantaggio con una spettacolare rovesciata di Bortoluz, ma gli azzurri prima pareggiano su calcio di rigore, decretato per una spinta ai danni di Gonzalez (molte le proteste dei gialloblu), con Sbraga e poi si portano in vantaggio con lo stesso Gonzalez, che in area piccola mette di piatto in rete, battendo l’incolpevole Ghidotti. Ad inizio ripresa definitivo pareggio sempre su rigore, con Ciccone, che prima se lo procura e poi lo realizza. Clamoroso il tonfo casalingo della Carrarese, sconfitto per 4-1 dal Giana. L'assenza del bomber Infantino da sola non può bastare a giustificare uno stop così pesante. Vantaggio ospite firmato da Gresilin, in contropiede, ben servito da Manconi. Pronto pareggio degli azzurri, grazie ad colpo di testa di Murolo, ma la ripresa è un monologo della formazione di Albè. Lombardi in vantaggio con Manconi, che è freddo nel battere l’estremo marmifero Forte, 1-3 firmato ancora da Manconi, che sfugge a Tedeschi e realizza la propria doppietta personale, poker griffato da Perna, che insacca di testa, una punizione del solito Manconi, che aveva colpito la traversa. Sullo 0-0, ad inizio gara, Maccarone si era fatto parare un rigore dal portiere ospite Leoni.

Corsara la Pistoiese di Pancaro sul Como (1-2). Al Sinigaglia padroni di casa subito avanti con Gabrielloni che con un tocco ravvicinato su cross da sinistra di De Nuzzo, batte Pisseri. Gli arancioni sono in partita, prima la pareggiano e poi la ribaltano con Gucci. Pareggio raggiunto con una bella giocata, sfruttando un lancio di Cappellini, inizialmente liberandosi di Toninelli e poi battendo Facchin con un diagonale da destra e ad inizio ripresa il gol che vale i tre punti, con un colpo di testa su assist di Vitiello. Si rilancia la Pro Vercelli (0-1) che si impone in trasferta sul Gozzano. Uomo della partita il nuovo arrivato ed ex amaranto Mattia Rolando, che nella ripresa ha sfruttato una spizzata a centrocampo ed un rimpallo fra Tumminelli e Azzi che lo ha liberato oltre la linea dei difensori e che, mantenendo la freddezza, ha fatto secco Fiory. Finiscono sullo 0-0 le sfide tra Alessandria e Pianese (gara priva di emozioni al ‘Moccagatta’, con i grigi padroni di casa che escono tra i fischi del proprio pubblico) e tra Pro Patria e Siena. Allo Speroni primo tempo deludente dal punto di vista tecnico e seconda frazione un po’ più vivace, con la Robur che va vicina al colpo grosso, in pieno recupero, con Casarini, che a tu per tu con Tornaghi, calcia addosso al portiere bustocco.

                                                                                                                                            Pippo Pancaro, la Pistoiese sbanca Como ed entra in zona play-off Top Il premio in questa giornata va ex quo a Niccolo Gucci della Pistoiese e Jacopo Manconi del Giana, autori entrambi di una doppietta importante per le loro squadre, per vincere in trasferta. Gucci con due reti da centravanti vero (primo di tecnica e potenza, il secondo d’astuzia) ha permesso ai suoi di sbancare Como e rilanciare le ambizioni della Pistoiese in chiave play-off. Jacopo Manconi, giunto al Giana dal Gubbio nel mercato invernale, è alla terza rete in due giornate. Attaccante giramondo (tra le altre ex di Livorno e Novara) che nelle ultime stagioni ed in questi 6 mesi a Gubbio pareva essersi perso, ma la cura Albè lo sta riportando sui livelli che lo avevano portato in B. Giornata da ricordare, perché oltre alle reti, un assist ed una traversa, che consentono alla Giana di riguadagnare posizioni in classifica.

 

Flop Finisce dietro la lavagna la Carrarese di mister Baldini, sconfitta pesantemente, a domicilio, dal Giana Erminio, per 4-1. Senza Infantino e con un rigore sbagliato ad inizio gara da Maccarone, gli azzurri hanno subito le giocate di rimessa e il Giana ha sfruttato le diverse disattenzioni della retroguardia azzurra, oggi quasi imbarazzante, dove Murolo e soprattutto Tedeschi hanno fornito una prova molto al di sotto della sufficienza. Risultato che frena e non poco la rincorsa al secondo posto in classifica, visto che nelle prima posizione, ha vinto solo il Monza. Baldini a fine partita ha descritto così la performance dei suoi: "La prestazione di squadra non è stata all'altezza delle ultime ed al di là di qualche errore, non siamo stati nella partita soprattutto nel secondo tempo. Non devono esserci strascichi da una sconfitta del genere, non si deve mollare e bisogna necessariamente riscattarci perché nulla è perduto e di occasioni per rifarci ne avremo da qui alla fine

 

Curiosità Diversi problemi con le maglie in questa giornata. Tra Pro Patria e Siena la terna arbitrale ha infatti deciso di far cambiare il kit gara ai padroni di casa in quanto la Robur non aveva portato a Busto un completo che differiva con quello della Pro. I padroni di casa sono stati pertanto costretti a giocare con la maglia verde. Stessa cosa ad Alessandria, dove i grigi sono stati invitati dal direttore di gara a scendere in campo con la divisa da trasferta (rossa) per evitare fraintendimenti con la divisa della Pianese.

Aggiorniamo nuovamente il negativo score dell’Olbia, sono 22 le giornate senza vittorie, il risultato pieno ormai manca da 5 mesi. Lo 0-0 contro il Renate lascia i sardi sempre più solitari all’ultimo posto, a 3 punti dal Gozzano penultimo.

Infine Monza, unica squadra a vincere in casa in questa giornata, registra il massimo vantaggio, +17 ,sul primo inseguitore Pontedera, Il girone  A si conferma regno dei pareggi, in questa giornata ben 6

 

scritto da: Mauro Guerri, 02/02/2020





Monza-Lecco 4-0, gli highlights

comments powered by Disqus