Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravennasab17.30Perugia
Gubbiodom15Mantova
Legnagodom15Arezzo
Matelicadom15Fano
V. Veronadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Carpi
Modenadom17.30Padova
Cesenadom20.30Imolese
Vis Pesarodom20.30Fermana
Triestinalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Lorenzo nella Monument Valley - Stati Uniti
NEWS

Dopo nove mesi l'Arezzo torna a vincere fuori casa. A Busto Arsizio decide un gol di Belloni

Nonostante l'emergenza l'Arezzo trova in terra lombarda il primo successo esterno della stagione espugnando il ''Carlo Speroni'' di Busto Arsizio grazie un gol a metà del primo tempo di Belloni servito da un assist di Caso. Tre punti pesantissimi quindi per mister Di Donato che rilanciano gli amaranto in classifica generale. Domenica altro impegno esterno in casa della capolista Monza, poi l'Arezzo tornerà al Comunale per ospitare il Siena



Tante assenze da entrambe le parti con le due squadre che scendono in campo con schieramenti di emergenza. Mister Di Donato opta per la difesa a tre inserendo Sereni vicino a Borghini e Ceccarelli. Sulle fasce agiscono Piu e Corrado con Fabio Foglia e Tassi centrali di centrocampo. Davanti debutto dal primo minuto per Gioè che vince il ballottaggio con Mesina per il ruolo di punta centrale. Poco dietro agiscono Caso e Belloni che avranno il compito di innescare le giocate d’attacco.

La prima occasione è per l’Arezzo che al 9’ va vicinissima al vantaggio con Caso che ben servito da Piu si trova solo in mezzo all’area di rigore ma si fa respingere la conclusione a botta sicura da Mangano. La replica bustocca arriva al 14’ con Galli che ben servito da Le Noci perde l’attimo per la deviazione vincente a pochi passi da Pissardo e la difesa amaranto riesce così a sbrogliare la delicata situazione. Lo stesso Galli è bravo ad inserirsi in area al 17’ ma Pissardo è attento e blocca il tiro del centrocampista lombardo. La partita è vivace e le due squadre si affrontano a viso aperto dando vita a continui ribaltamenti di fronte. Al 28’ in una fase di gara abbastanza tranquilla improvvisamente l’Arezzo passa: un contropiede condotto sulla sinistra da Caso è concluso con un cross rasoterra che taglia fuori il portiere Mangano e trova dalla parte opposta il tap-in vincente di Belloni. La risposta della Pro Patria arriva al 32’ ma è bravo Pissardo a smanacciare un colpo di testa ravvicinato di Mastroianni ben servito da Le Noci. E’ sempre il numero 10 biancoblui ad ispirare le azioni offensive dei bustocchi ed al 41’ un suo suggerimento a centro area è invitante ma Mastroianni arriva con un attimo di ritardo ed il pericolo sfuma. Un minuto più tardi ci prova Masetti da lontano ma Pissardo è attento e blocca senza problemi. E’ l’ultima occasione del primo tempo che termina così con l’Arezzo in vantaggio.

La ripresa inizia senza cambi con la Pro Patria che prova a spostare in avanti il proprio baricentro alla ricerca del pareggio ma l’Arezzo controlla bene e non rischia praticamente niente. Al 63’ primo cambio per Di Donato con Pandolfi che rileva Caso: tatticamente non cambia nulla con l’ex alessandrino che va agire nella stessa posizione del compagno. L’Arezzo prova ad addormentare la gara ma non disdegna di provare a chiuderla: al 67’ Belloni impegna su punizione Mangano che è bravo a deviare la maligna conclusione dell’ex interista. Al 73’ Arezzo vicino al raddoppio con Mangano che si allunga sulla sua sinistra e devia la deviazione ravvicinata di Pandolfi che aveva anticipato il diretto avversario su cross di Tassi. Al 78’ altra occasione per gli amaranto: Belloni con un filtrante libera in area Gioè che crossa radente per Pandolfi che finisce a terra all’altezza del dischetto del rigore. Per l’arbitro è tutto regolare con gli amaranto che reclamano per un presunto fallo subito dal numero 17. La Pro Patria ha più di una difficoltà a farsi pericolosa dalle parti dell’area amaranto e ne approfitta l’Arezzo che prova così a chiudere la partita. E’ però un errore di Ceccarelli all’82’ a spianare la strada ai bustocchi, ma la conclusione di Le Noci sfila fuori di un metro alla destra di Pissardo. Le emozioni finiscono qui, l’arbitro concede 4 minuti di recupero ma la Pro Patria non ha più nulla da dare così l’Arezzo dopo nove mesi può tornare a brindare al successo esterno. Arrivano quindi tre punti pesantissimi per la squadra amaranto che infrange finalmente il tabù delle gare fuori casa e si rilancia in classifica. Sabato a Monza altro impegno difficile prima del derby di mercoledì prossimo contro il Siena dell’ex Dal Canto.

 

Stadio “Carlo Speroni” – Ore 15.00

 

PRO PATRIA (3-5-2): 12 Mangano; 5 Molnar, 19 Lombardoni, 3 Boffelli; 20 Cottarelli, 23 Ghioldi, 14 Bertoni, 15 Galli, 26 Masetti; 10 Le Noci, 9 Mastroianni

A disposizione: 22 Angelina, 2 Compagnoni, 4 Battistini, 7 Pedone, 8 Brignoli, 16 Fietta, 17 Spizzichino, 18 Defendi, 24 Molinari, 25 Ferri

Allenatore: Ivan Javorcic

 

AREZZO (3-4-2-1): 1 Pissardo; 5 Borghini, 13 Ceccarelli, 3 Sereni; 14 Piu, 8 Foglia F., 29 Tassi, 19 Corrado; 7 Belloni, 20 Caso (dal 18’ st 17 Pandolfi); 23 Gioè

A disposizione: 22 Daga, 9 Mesina, 11 Zini, 15 Sbarzella, 25 Sussi, 31 Volpicelli, 26 Votino, 37 Aramini

Allenatore: Daniele Di Donato

Squalificati: Cutolo (due turni), Luciani (un turno), Baldan (un turno)

Diffidati: Cutolo, Volpicelli

Indisponibili: Picchi, Cutolo, Gori, Benucci, Foglia M., Dell’Agnello

 

ARBITRO: Tommaso Zamagni di Cesena (Fabio Mattia Festa di Avellino - Giuseppe Pellino di Frattamaggiore)

NOTE: Spettatori 700 circa. Ammoniti: Sereni 25’ pt, Belloni 44’ pt; Ghioldi 3’ st, Lombardoni 21’ st, Gioè al 40’ st, Borghini al 47’ st

RETI: Belloni al 28’

 

scritto da: Simone Trippi, 16/02/2020





Pro Patria-Arezzo 0-1, intervista a mister Di Donato

Pro Patria-Arezzo 0-1
comments powered by Disqus