Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravennasab17.30Perugia
Gubbiodom15Mantova
Legnagodom15Arezzo
Matelicadom15Fano
V. Veronadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Carpi
Modenadom17.30Padova
Cesenadom20.30Imolese
Vis Pesarodom20.30Fermana
Triestinalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Paolo a Pointe du Raz in Bretagna - Francia
NEWS

Il Monza perde in casa contro la Juventus U23. Seconda sconfitta stagionale per i brianzoli

In attesa del posticipo di questa sera fra Carrarese e Renate, la capolista è sconfitta al Brianteo dai bianconeri grazie ad una doppietta dell'ex Marchi. Dietro il Pontedera, due punti nelle ultime cinque gare, è battuto in casa dal Giana Erminio, giunto alla quarta vittoria consecutiva. In coda importanti vittorie per Pergolettese, Olbia e Gozzano mentre si fa critica la posizione della Pianese. Pari nel derby toscano fra Pistoiese e Siena, con i bianconeri raggiunti al 98' da un comtestato rigore trasformato da Falcone



Daniele Pinto, autore del primo gol nella vittoria del Giana Erminio a Pontedera

La ventiseiesima giornata, in attesa di Carrarese-Renate,  ci regala il clamoroso tonfo interno del Monza (1-2) ad opera della Juve Under 23. Brianzoli in vantaggio grazie ad una punizione di Morosini che sbuca da una selva di gambe e finisce sul piede di Finotto, che infila di destro Loria. I bianconeri però non demordono e riescono nell’impresa (già riuscita al Siena) di sbancare il 'Brianteo' grazie alla doppietta dell’ex Ettore Marchi, entrambi i gol realizzati dal dischetto. Due rigori propiziati da Paletta prima per fallo di mano poi per un intervento scomposto proprio sull'ex biancorosso Marchi. Per il Monza un passo falso in attesa della matematica promozione, per i baby bianconeri (dopo il raggiungimento della finale di coppa) una vittoria di prestigio ed importante per la rincorsa play-off.

Non sa più vincere il Pontedera, che si fa battere tra le mura amiche del Mannucci (0-2) dal lanciatissimo Giana (alla quinta vittoria, quarta consecutiva, nelle ultime sei giornate). Vantaggio firmato da Pinto, che ad inizio ripresa, con una potente conclusione da fuori, ha battuto l’incolpevole Sarri e raddoppio, al 94’ minuto, ad opera di Perna, grazie ad un rigore fischiato per un fallo di mano di Ropolo.

Il Siena butta via una vittoria che ormai pareva certa nel derby del Melani contro la Pistoiese (1-1). Partita chiusasi tra le proteste generali contro il direttore di gara Tremolada della sezione di Monza. In occasione del gol del vantaggio dei senesi, una sfortunata autorete di Dametto, gli arancioni chiedevano un fallo sugli sviluppi dell'azione che ha portato alla rete. Nell’occasione espulsi Vitiello e mister Pancaro. Addirittura al 98’ minuto Falcone ha ristabilito la parità dal dischetto, contestatissimo il fallo di D’Ambrosio, ma soprattutto il recupero extra-large.

Sale in settima posizione l’Albinoleffe che si sbarazza del Novara (1-0). Dalla nebbia di Gorgonzola che ha condizionato l’intera partita, ne escono vincitori i seriani, che grazie ad un colpo di testa di Cori, su assist di Petrungaro, conquistano un importante vittoria per la classifica.

Dopo tre turni, torna alla vittoria l’Alessandria di mister Gregucci che si impone per 3-1 sul Lecco. Grigi in vantaggio con un gol “fantasma” di Cosenza. ll difensore piemontese aveva colpito di testa verso la rete su angolo di Suljic, il pallone era stata bloccato dal portiere ospite Livieri coi piedi dentro la porta e sembrava non aver passato completamente la linea, ma la terna guidata da Zucchetti di Foligno, tra le proteste lecchesi, ha convalidato. Raddoppio a fine primo tempo grazie a Celia, al termine di una bella azione corale . A metà ripresa la rete dei lombardi firmata da Bobb con un bel tiro mancino, che non ha impedito la vittoria all’Alessandria.

Importante successo per gli amaranto sulla Pro Patria (0-1 firmato Belloni) a Busto, che rinsalda la posizione play-off.

Il Como esce con le ossa rotte dalla sida interna contro l’Olbia (0-1) alla seconda vittoria consecutiva. Partita decisa nella prima frazione da Cocco, che ben servito da Ogunseye, batte Facchin in uscita. Al 90’, tra l’altro, Gabrielloni ha fallito il rigore del possibile pareggio. A fine gara, fischi del Sinigaglia, all’indirizzo dei padroni di casa. Importantissimo successo quello ottenuto nel finale dalla Pergolettese ai danni della Pro Vercelli (2-1). Gialloblu in vantaggio ad inizio partita grazie ad un rigore trasformato da Bortoluz (fallo di Graziano su Morello), pareggiato nella ripresa da Petrovic, sempre su rigore. Quando il pareggio sembrava ormai scritto, un colpo di testa al minuto 92 di Bakayoko su assist di Agnelli, ha regalato ai padroni di casa 3 punti importantissimi nella lotta salvezza. Infine nell’anticipo del sabato, la sfida salvezza va al Gozzano (1-0) che si impone sulla Pianese. Partita decisa da un rigore (fallo di Dierna su Fedato) dell’ex Momentè che è stato freddo dal discetto a battere Vitali.

 

Alessandro Gabrielloni, ha fallito al 90' il rigore che poteva dare il pareggio al Como contro l'OlbiaTop  Premio che va al Giana, arrivato alla quarta vittoria consecutiva, che lo porta a quota 26 in classifica, a soli 2 punti dalla salvezza diretta. Albè e Bamonte con il mercato di gennaio hanno rivoluzionato la squadra ed i frutti si stanno vedendo. Trascinatore della squadra è l’ex Novara Manconi, che assieme a Perna, Bellazzini, Madonna e Perico sta cercando di salvare i bianco-azzurri da una retrocessione che a dicembre pareva certa. I 15 punti in 6 giornate hanno fatto cambiare decisamente prospettiva e marcia ai lombardi, che domenica cercheranno il quinto sigillo contro il Como.

 

Flop Dietro la lavagna finisce proprio il Como. Un punto in tre giornate, due sconfitte consecutive in casa, hanno fatto uscire i lariani dalla zona play-off e soprattutto hanno messo a rischio la panchina di Banchini. La società si aspettava di più da una squadra costruita in estate per ben figurare, rafforzata nel mercato e che si ritrova in un anonima metà classifica. Urge una svolta per non gettare una stagione.

 

Curiosità L’Arezzo finalmente toglie lo 0 dalla caselle delle vittorie esterne, era rimasta l’unica a non esserci riuscita.

Dopo ben 103 giorni il Gozzano torna alla vittoria interna, proprio quei tre punti strappati alla Pianese, che ormai non vince da 11 turni. A fine partita dura la presa di posizione del mister degli amiatini Marco Masi, non nascondendo la sua rabbia per la direzione arbitrale: “Mi vergogno di far parte di questo sistema. Sono anni che sono nel calcio a un certo livello, mai vista una cosa del genere. E’ già stato deciso che una società deve retrocedere e siamo noi, Io posso anche andare a casa perché non faccio risultati ed è giusto che io sia cambiato, però queste cose non vanno bene. Siamo tartassati. Spero che sia solo incapacità”.

Infine a Gorgonzola la gara tra Albinoleffe e Novara è stata sospesa per circa mezz’ora a causa della scarsa visibilità dovuta alla nebbia.

 

scritto da: Mauro Guerri, 17/02/2020





comments powered by Disqus