Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Nicolò, Matteo, Marco, Niko, Giulio e Niko sulle Dolomiti
NEWS

Arezzo, il 4-3-1-2 funziona Riecco Raso-Martinez!

Bacis sorride, le punte sono in forma



L’Arezzo ormai ha virato verso il 4-3-1-2. La prestazione positiva di Viterbo aveva dato le prime conferme a Bacis, poi corroborate dalle dichiarazioni di Materazzi. “In questo momento rinunciare a un mediano d’esperienza sarebbe deleterio” ha detto il direttore tecnico in conferenza stampa. E le indicazioni della partitella del giovedì sono andate in questa direzione, con Speranza regista basso davanti alla difesa, sostenuto da Crescenzo e Marino. Col centrocampo a rombo l’Arezzo perderà un po’ di spinta sulle corsie laterali, ma il possesso palla lievita e le incursioni delle due mezzeali diventano un’arma in più da sfruttare, come testimonia proprio il gol di Marino di domenica.

In più, dettaglio non da poco, Bacis ha finalmente testato la coppia d’attacco che in estate (non senza motivo) era stata presentata come quella in grado di dare una spinta decisiva alla squadra. Con Raso e Martinez in buone condizioni, l’Arezzo guadagna in incisività, tanto più che i due hanno trovato da subito una incoraggiante intesa nei movimenti e negli scambi in velocità. Oggi Raso ne ha messi dentro quattro e Martinez due, anche se uno gli è stato tolto per offside. Dietro, con Galasso a bordo campo per noie muscolari, hanno giocato Macellari, Pucci, Pecorari e Mencarelli, mentre Bozzoni ha fatto il trequartista puro. Bacis lo ha martellato di indicazioni, con la precisa consegna di non arretrare mai sulla linea dei due mediani a prendere palla. Insomma, la squadra sta cambiando pelle, fermo restando che il 4-4-2 resta l’alternativa da sfruttare in circostanze particolari.

E’ chiaro che, con la regola degli under, qualche sacrificato c’è e ci sarà sempre. Marino è stato in panca nelle scorse settimane, Sensi idem e adesso potrebbe toccare a Rubechini, a meno che Bacis non metta Scarpelli in porta al posto di Bucchi. Ma l’ipotesi non è probabile. Eppure il mancino, smaltito l’infortunio al ginocchio, nel secondo tempo della sgambata ha fatto i numeri. Schierato dietro le punte, ha segnato tre gol (uno con un superbo pallonetto) e offerto assist a volontà. Magari con la Pianese non giocherà dall’inizio, ma Rubechini si è già prenotato per uno scampolo di gara.

Il tabellino, per quel che conta, è stato completato dalle doppiette di Piscopo e Carletti. Poi, all’ultimo minuto, ha segnato anche Bucchi, schierato centravanti nelle battute finali: dribbling sul portiere e palla depositata nella porta sguarnita. Pure Raso, dalla panchina, gli ha fatto i complimenti.



scritto da: Andrea Avato, 06/10/2011