Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Alessio, Francesco, Luchino, Poggio e Peiote allo stadio
NEWS

Nei play-off tutto da pronostico. Solo la Triestina ribalta il fattore campo e va alla fase nazionale

Classifica rispettata negli incontri della seconda giornata dei play-off di lega-Pro. Oltre al Novara che passa senza giocare grazie alla rinuncia del Pontedera passano il turno Alessandria, Padova, Triestina, Potenza e Ternana. Nella prossimo turno spazio alle terze classificate di ogni girone oltre alla Juventus U23 vincitrice della Coppa Italia di categoria



Umberto Eusepi, in gol per l'Alessandria nella vittoriosa sfida contro il SienaMentre ad Arezzo sta succedendo attorno alla società tutto il contrario di tutto (a colpi di comunicati), continuano i play-off e con la giornata di ieri si è chiusa la fase relativa al girone.

Il Novara passa il turno a tavolino per il forfait del Pontedera (0-3) e si ritrova quindi alla fase nazionale senza giocare. Per il resto vediamo cosa ha detto il campo.

L’Alessandria batte per 3-2 un coriaceo Siena. Grigi subito in vantaggio con Arrighini che sfruttando un errore difensivo in disimpegno della retroguardia di Dal Canto, ben imbucato da Chiarello, batte con un piattone Confente.

Al 13° gol pazzesco di Gerli, che firma il pareggio con una rete da oltre 50 metri. Il centrocampista bianconero, grazie ad una conclusione  con una traiettoria velenosa, riesce a battere l’estremo di casa Valentini che, fuori dai pali, tocca il pallone, ma non riesce a respingerlo. Al minuto 34 episodio cruciale al Moccagatta quando viene espulso il portiere della Robur Confente, reo di aver toccato il pallone di mano fuori dall’aria di rigore. L’Alessandria a questo punto prende il pallino del gioco, ma riesce a riportarsi in vantaggio solo al 77° grazie ad Eusepi. L’ex Pisa stacca perfettamente tra Lombardo e Romagnoli e di testa trova il palo opposto. Il Siena non demorde e riesce nuovamente a pareggiare grazie a capitan D’Ambrosio che spinge in porta da pochi metri, un pallone che Valentini aveva respinto sulla traversa su conclusione di Campagnacci. All’86° minuto però arriva la parola fine all’incontro e alla qualificazione quando Sartore con una conclusione di pregevole fattura  batte per il definitivo 3-2 il portiere dei toscani Saloni.

Nel girone B la Triestina è corsara (0-1) sul campo del SudTirol. Gli Alabardati di Carmine Gautieri, prima squadra in questi playoff a sovvertire il fattore campo, hanno fatto propria l’intera posta in palio in una partita bella e divertente, tra due formazioni che hanno provato in tutti i modi a vincere senza fare troppi calcoli. Rete decisiva al minuto 80 grazie ad un tiro sporco (probabilmente deviato) di Brivio, che supera l’estremo Cucchietti. Vano e sterile l’assalto finale degli altoatesini, nonostante la superiorità numerica, pochi minuti dopo il gol dei giuliani, espulso Giorico.

Nell’altro incontro del girone il Padova di Mandorlini si sbarazza tra le mura amiche dell’Euganeo, per 1-0, della FeralpiSalò. Partita decisa da una giocata di classe di Ronaldo (doppio passo a superare l'avversario e destro da posizione defilata, che si è insaccato sotto la traversa) a metà della seconda frazione di gioco. Rammarico per i gardesani che avevano disputato una gara caparbia e soprattutto per il gol annullato, per fuorigioco, all’ex amaranto Rinaldi, che li avrebbe portati in vantaggio.

Nel girone C due pareggi (entrambi per 1-1) premiano Ternana e Potenza. Gli umbri riacciuffano nel finale un generoso ed intraprendente Catania che si era portato in vantaggio con Biondi, bravo a riprendere una respinta corta di Iannarilli. Nella ripresa etnei vicini al raddoppio, clamoroso il palo di Barisic, ma che vengono ripresi a poco dal termine da Ferrante che, su cross di Furlan, in tuffo, sorprende la difesa siciliana, consegnando la qualificazione alle Fere. Nel finale espulso mister Lucarelli per proteste

A Potenza, padroni di casa in vantaggio nel corso della prima frazione con Murano che con un tiro velenoso, scagliato dai 25 metri, sorprende Bleve. Dopo il vantaggio dei potentini partita che è scivolata con un Catanzaro migliore dal punto di vista del gioco, ma Potenza pronto a ripartire in contropiede. Calabresi che sono riusciti ad ottenere il pareggio solo al 5° minuto di recupero del secondo tempo grazie a Urso, entrato nella ripresa, che con un gran botta dalla distanza ha battuto Ioime, riportando in parità il match. Pareggio arrivato troppo tardi per i giallorossi: il Potenza (come la Ternana) passa il turno grazie alla miglior classifica e si giocherà gli spareggi nazionali per andare in Serie B.

 

scritto da: Mauro Guerri, 06/07/2020





comments powered by Disqus