Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 1a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Vis Pesaro22Legnago
Carpi20Samb
Feralpi Salò21Arezzo
Gubbio02Modena
Padova01Imolese
Triestina01Matelica
Fermana01Mantova
Perugia22Fano
Ravenna12Sud Tirol
V.Vecomp11Cesena
MONDO AMARANTO
Marco e la sua passione amaranto
NEWS

Gironi: resta la divisione ''verticale'', a breve l'ufficialità. Come stanno le avversarie

La Lega-Pro nei giorni scorsi ha confermato all'unanimità il criterio di suddivisione delle 60 formazioni iscritte adottato la scorsa stagione. L'Arezzo sarà inserito nel girone A assieme alle toscane ed alle squadre del nord-ovest, oltre all'Olbia, unica compagine sarda. Diamo uno sguardo alla situazione delle avversarie soffermandoci sulle ''cugine'' toscane e sulle presumibili big del raggruppamento



Aldo Spinelli, attuale presidente del Livorno

Scelto il mister, Potenza, in attesa dei primi movimenti di mercato, diamo nuovamente un occhiata alle squadre toscane e a quelle che dovrebbero essere presumibilmente le big del girone (in attesa dell’ufficialità, ma da quello che filtra, pare venga confermata la divisione della scorsa stagione) ovvero Novara, Alessandria e Como.

 

Il girone A con il ripescaggio/riammissione del Giana Erminio dovrebbe essere così composto: Albinoleffe. Alessandria, Arezzo, Carrarese, Como, Giana Erminio, Grosseto, Juventus U23, Lecco, Livorno, Lucchese, Novara, Olbia, Pergolettese, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Sesto, Pro Vercelli, Renate.

 

La Carrarese di Baldini si sta rifacendo il look: a Valente, Maccarone, Tavano, Cardoselli e Mignanelli, si è aggiunto l’addio dell’estremo difensore Francesco Forte, che si è accasato all’ambizioso Avellino di Braglia. Per sostituirlo è stato ingaggiato Stefano Mazzini, di ritorno a Carrara, dopo una stagione vissuta tra Pontedera e Piacenza. Per la difesa piacciono gli esterni Ventola, proprietà Pescara, reduce da una stagione non brillante al Cittadella e Lorenzo Filippini, mancino ex giovanili Lazio, che non ha rinnovato con il Gubbio. Inoltre in entrata piace l’esperto Stefano Guberti, libero dopo il fallimento del Siena. In uscita anche il centrale Conson, che pare molto vicino al Potenza.

A Pontedera il ds Giovannini ha già piazzato, nelle scorse settimane, diversi acquisti (in prevalenza under) tra questi Vaccaro (’99), Stefano Parodi (’01) Perretta (’00) ed i il difensore 2001 Matteucci e sta continuando nella sua campagna di rafforzamento, affidandosi come sempre alla linea verde. Triennale per l’ex Empoli e Grosseto Lorenzo Milani, mancino classe ’01 e annuale per l’attaccante Faella (’97) prelevato dal Nola, dove era arrivato a dicembre dal Roccella, squadra dell’eccellenza campana. In uscita da segnalare il trasferimento di Michele Bruzzo, con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto, all’Avellino.

Il Grosseto di patron Ceri e del neo ds Vincenzo Minguzzi, per ora ha lavorato sui rinnovi di quei giocatori importanti per la vittoria del campionato (Ciolli, Barosi, Cretella, Gorelli e Bocciardi) ed hanno inserito in rosa un paio di giovani interessanti, Fomov e Nannola. La società maremmana sta comunque valutando diversi profili per rafforzare la rosa a disposizione di mister Magrini : Viti (’99 ex Pistoiese) Pedrini (’00 Giana) e Garofalo (’99 Avellino) ed i più esperti Belcastro (Imolese), Luigi Facone (Pistoiese), Pasqualoni (Arzignano) e Mattia (Paganese)

Il ds Dolci sta iniziando a fare le prime mosse in casa Pistoiese. Rinnovati i contratti di Federico Mazzarani e  Niccolò Gucci, gli arancioni hanno ingaggiato il difensore centrale Matteo Salvi (’99), proprietà Atalanta, reduce dal prestito al Pontedera. In porta per sostituire Pisseri, passato all’Alessandria, piacciono l’ex Arezzo Matteo Baiocco, attualmente in forza alla Paganese e Voltini (Reggiana).

La Lucchese del Ds Daniele Deoma ha per adesso puntellato la rosa rinnovando con quei giocatori che lo scorso anno sono stati protagonisti della promozione, soprattutto gli ‘over’ ” Coletta, Benassi, Meucci e Cruciani e rafforzandola con Convitto, Panariello e Scalzi. A questi si sono aggiunti gli ingaggi di due giovanissimi ragazzi prelevati dal Milan: il 2002 Michele Lo Curto, terzino sinistro e il 2004 Claudio Cellamare, esterno offensivo, a quanto si dice, strappato alla concorrenza di diverse squadre di terza serie. Entrambi sono arrivati a titolo definitivo. 

Il Livorno pare finalmente aver trovato un padrone. Venerdì (oggi per chi legge) dovrebbe essere il giorno giusto, stando a quello che ha dichiarato patron Spinelli. Prossima la cessione della società labronica a Luca Paolo Mastena, presidente di Banca Cerea, già presente nel cambio di proprietà del Carpi avvenuto nei giorni scorsi, che farà da finanziatore a sei imprenditori del Nord sui quali vige ancora il massimo riserbo, anche se era uscito fuori il nome, poi smentito, di Roberto Lamanna, ex patron del Cuneo. Avvenuto il “closing” , sicuramente ci saranno novità nei ruoli di direttore sportivo (attualmente ricoperto da Cozzella), direttore generale ed allenatore.

Allargando il discorso alle squadre che potrebbero giocare un ruolo da protagonista, vediamo come si stanno comportando. Ad Alessandria, dove la stagione è iniziata il 17 agosto, è stato riconfermato Gregucci e si punta decisamente in alto. ll traguardo lo ha indicato il presidente Luca Masi, senza troppi giri di parole e mettendo al bando anche la scaramanzia: «Quest'anno si vince il campionato». Il ds Artico per questo ha messo sotto contratto l’estremo Matteo Pisseri (scorso anno a Pistoia, oltre 300 presenze in carriera) e come suo vice ha rinnovato con l’ex Roma Crisanto. Trovato l’accordo per la permanenza di Eusepi, triennale e Malomo, biennale, i grigi hanno messo nel mirino Filippini (ex Gubbio) e Belcastro. Piacciono Guberti e Strambelli, ma soprattutto si sogna il colpo Simone Corazza, reduce da un ottima annata alla Reggina. Mercato che ad Alessandria si aspettano, dopo gli intenti e le dichiarazioni della società, decisamente scoppiettante.

Restando sempre in Piemonte, a Novara, inseguono quella promozione sfuggita ai play-off, sconfitti in semifinale dalla Reggiana, affidando nuovamente la guida tecnica a Banchieri. Riconfermati i migliori della rosa (Gonzales, Lammi, Bortolussi, Bianchi, Buzzegoli) il club ha ingaggiato Ante Hrkac (’92) centrocampista bosniaco prelevato dal Siroki Brijeg. Interessano Federico Valietti, ‘99, nell'ultima stagione divisosi tra Virtus Entella e Carrarese in prestito dal Genoa e su Michael De Marchi, attaccante del Cittadella.

A Como, dopo la deludente scorsa stagione, la società guidata dall’ambizioso fondo londinese SENT Entertainment Ltd, ha deciso di rinnovare il contratto al direttore sportivo Ludi (annuale) e al mister Marco Banchini. Sognato per alcuni giorni il clamoroso ingaggio di Mario Balotelli, è stato blindato fino al 2023 il portiere Facchin  ed al ’22 bomber Gabrielloni, inoltre è stato riscattato dall’Entella Cicconi. Primo acquisto Tommaso Arrigoni, metronomo ex Robur Siena. Per aumentare la competitività della squadra piace Ligi (Carpi) per la difesa e per l’attacco Polidori e Magnaghi. È stato aggregato in ritiro Azzedine Dkidak, terzino mancino classe ’2000, svincolatosi dal Den Bosch, squadra della serie cadetta olandese. Sono rientrati per fine prestito ai rispettivi club di appartenenza Ganz e Lanini.

 

scritto da: Mauro Guerri, 28/08/2020





comments powered by Disqus