Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Davide a Naama Bay - Egitto
NEWS

Minutaggio giovani e liste in Lega-Pro: L'AIC indice lo sciopero per la prima giornata

Salvo colpi di scena la prima giornata del torneo di Lega-Pro in programma nel prossimo week-end non si disputerà. L'Associazione Italiana Calciatori ha infatti indetto una giornata di sciopero per protestare contro le nuove norme che limitano a 22 l'utilizzo di calciatori professionisti alle società di terza serie. Se lo stop sarà confermato l'Arezzo esordirà in campionato contro il Perugia lunedì 5 ottobre



Con una nota apparsa nel proprio sito ufficiale l'Associazione Italiana Calciatori ha indetto per il prossimo fine settimana uno sciopero dei calciatori di Lega-Pro. Salta quindi, a meno di colpi di scena, la prima giornata che vedeva l'Arezzo impegnata in trasferta sul difficile campo di Salò. A questo punto l'esordio in campionato per i ragazzi di mister Potenza sarà lunedì 5 ottobre nel posticipo che vedrà il ritorno dopo dieci anni del sentitissimo derby contro il Perugia.

 

Ecco il testo del comunicato diramato dall'AIC:

 

''L’Associazione Italiana Calciatori, preso atto dell’impossibilità di raggiungere un’intesa con la Lega Pro sul regolamento del minutaggio dei giovani e l’abolizione delle liste dei giocatori utilizzabili nel Campionato di Serie C, conferma che i calciatori non scenderanno in campo nella prima giornata di campionato fissata per sabato 26 e domenica 27 settembre prossimi.
L’azione di protesta nasce dall’inspiegabile passo indietro della Lega Pro, rispetto al regolamento in vigore nella precedente stagione sportiva, relativo alla reintroduzione di limitazioni, sostanzialmente obbligatorie, dell’utilizzo di un numero massimo di calciatori professionisti.''

 

scritto da: La Redazione, 22/09/2020





comments powered by Disqus