Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 7a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carpi20Cesena
Fano12Mantova
Feralpi Salò30Ravenna
Samb02Modena
Triestina11V. Verona
Imolese01Fermana
Matelica22Arezzo
Padova20Sud Tirol
Perugia21Vis Pesaro
Gubbio00Legnago
MONDO AMARANTO
Lucignano amaranto con il Gus
NEWS

Nella prima giornata di campionato steccano tutte le big. Sugli scudi Imolese e Matelica

La nuova stagione del girone B di Lega-Pro parte all'insegna dei successi in trasferta: ben cinque sono le squadre che raccolgono i primi tre punti del torneo lontano da casa. Crollano invece alcune delle squadre accreditate per la lotta di vertice come Padova e Triestina, con il Perugia che a domicilio recupera affannosamente il doppio svantaggio del primo tempo contro il Fano. Vittorie convincenti invece per Carpi e Modena



Stefano Scapini, in gol nella vittoria del Modena a Gubbio

Archiviata la prima giornata, vediamo come è andata sugli altri campi. Non poche le sorprese.

 

Partiamo probabilmente da quelle più grosse, ovvero dalle vittorie esterne di Imolese e Matelica, entrambe per 0-1, su Padova e Triestina. L’Imolese di mister Cevoli ha fatto sua la partita grazie ad una rete nella prima frazione di gioco, firmata da Lombardi al minuto 36, al termine di una pregevole azione personale. Padova che nonostante la superiorità numerica, espulso l’ex amaranto Polidori per un entrataccia su Andelkovic, nel secondo tempo non si è mai realmente reso pericoloso verso la porta di Siano. Patavini, dove Pelagatti e Buglio sono partiti in panchina, sono apparsi macchinosi e con pochissime idee. Al Nereo Rocco, l’altra sorpresa di giornata. Il neo promosso Matelica, all’esordio tra i professionisti, fa sua l’intera posta in palio grazie ad una rete di De Santis ad inizio partita. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Volpicelli, il difensore centrale arriva per primo sul pallone, in acrobazia, spingendolo alle spalle di Offredi. Alla mezz’ora del primo tempo gli ospiti hanno l’occasione di raddoppiare, ma Leonetti, dal dischetto, si fa ipnotizzare dall’estremo Alabardato. Vano nella ripresa l’assalto della formazione di Gautieri.

Bella ed importante anche la vittoria dell’ambizioso Modena di Mignani sul campo del Gubbio (0-2). Dopo una prima frazione dove i canarini si sono visti annullare un gol a Scappini, ad inizio ripresa è Spagnoli a portare avanti i suoi. Vantaggio favorito da una dormita colossale della retroguardia eugubina, che ha favorito il n.11 del Modena. Al 78° sigillo finale di Scappini, che con freddezza, ha realizzato dal dischetto, con un perfetto “cucchiaio”  un rigore concesso per fallo di Tulissi. Grande prestazione degli ospiti che hanno meritato la vittoria finale, in ombra la squadra di Torrente. Parte bene anche il Südtirol di Vecchi che ha la meglio sul Ravenna (1-2 al Benelli). Altoatesini in vantaggio con capitan Tait, che, con una sventola da fuori, supera l’incolpevole Tonti. Ad inizio ripresa il pari dei romagnoli padroni di casa con Sereni, al suo primo tra i professionisti, che riceve palla al limite dell’area e con un destro a giro insacca sotto l’incrocio. Gli ospiti non si danno per vinti e con Beccaro, appena entrato, trovano il vantaggio con bel tiro da fuori area. Non basta il cuore al Ravenna per trovare il pari, che forse meritava, nei minuti finali. Altro successo esterno, quello del Mantova (0-1) a spese della Fermana. Dopo un primo tempo di studio, giocato a ritmi non elevati e quando il pareggio sembrava ormai il risultato più scontato, al minuto 70, Cheddira si guadagna un rigore. Nell’occasione espulso anche l’autore del fallo, Comotto. Dal dischetto Guccione non lascia scampo a Ginestra.

Pirotecnico pari tra Perugia e Fano (2-2). Ospiti che a fine primo tempo erano sul doppio vantaggio grazie alle segnature di Marino, che sfrutta una corta respinta di Fulignati su conclusione di Barbuti e Marino (anche in questo caso l’estremo del grifone non è stato irreprensibile) che servito da Ferrara, porta i suoi sul doppio vantaggio. Dopo l’intervallo in campo c’è un altro Perugia. Al 48° Kouan, in mischia, accorcia e poi al 67 minuto Melchiorri trova il pari, calciando al volo un cross di Rosi. Il Grifo ci crede, ma ne Falzerano e ne Elia riescono a trovare il gol vittoria.

Assieme alla Feralpi (2-1 all’Arezzo), l’altra vittoria interna è del Carpi (2-0) a spese della Sambenedettese. Partita che ha la sua svolta quando a metà primo tempo D’Ambrosio, per un fallo da ultim’uomo su Carletti, viene espulso lasciando in 10 la Samb. Lo stesso centravanti emiliano è l’autore delle due reti che fissano il risultato finale. La prima segnatura finalizzando a tu per tu con l’estremo ospite, ex di giornata, Nobile e la seconda realizzando da pochi metri, dopo una bella azione corale. In parità le altre due sfide. Nell’anticipo del sabato 2-2 tra Vis Pesaro e Legnago. Ospiti in vantaggio con Rolfini, che servito da Giacobbe, batte da dentro l’area Puggioni. Vis che prima pareggia con Nava che di testa, trova il gol, sfruttando un bell’assist di De Feo e poi si porta in vantaggio, all’80°, con Gelonese. Il centrocampista trova la rete con una conclusione precisa e potente, scagliata dai 25 metri. Quando ormai il risultato sembrava acquisito, Pellizzari trova il pari una conclusione da distanza ravvicinata.  Infine l’1-1 nella sfida tra VirtusVecomp e Cesena. A Verona succede tutto nella prima fazione: romagnoli avanti con Bortolussi che sfrutta alla perfezione un cross di Munari. Pari alla mezz’ora siglato da Marcandella che mette in rete in seguito ad un batti e ribatti in area cesenate. Nella ripresa qualche fiammata, ma alla fine un pari che accontenta entrambi.

 

Top - Il premio in questa prima giornata va al Carpi. La doppietta di Carletti fa volare la squadra di Pochesci contro la Sambenedettese e permette ai biancorossi di esordire in campionato con un successo che fa dimenticare la brutta eliminazione di Coppa contro il Casarano. Vittoria arrivata a termine di un periodo complicato, con il club passato di mano, a Simone Morelli, con un mercato che per adesso ha privato gli emiliani dei pezzi migliori e che nella partita di oggi, addirittura, sono finiti i panchina due big come Vano e Biasci (entrato al 90°) che radio mercato da in uscita. Vittoria ottenuta grazie ai tanti giovani schierati in campo e grazie soprattutto ad una prova di grande spessore

 

Flop - Tra i peggiori di giornata certamente la Triestina e il Padova, entrambe sconfitte in casa, ma si merita di finire dietro la lavagna l’estremo difensore del Perugia, Fulignati. Il portiere classe ’94, ex Empoli, ci ha messo del suo in entrambe le segnature del Fano. Sulla prima rete non è irreprensibile, come tutta la difesa umbra del resto, mentre sul secondo, sugli sviluppi di un corner, respinge male con i pugni con la palla che termina al limite dell'area nei piedi di Marino. Il centrocampista marchigiano scodella un traversone per Ferrara che colpisce di testa e prende in contro tempo Fulignati, beffandolo  con una sorta di palombella. Disattenzioni in parte “annullate” dal pari ottenuto nella ripresa

 

Curiosità:. Giornata contraddistinta dalle vittorie esterne, ben 5, in un campionato, che senza pubblico sugli spalti, probabilmente annullerà il fattore campo, molto importante per diverse squadre.

 

scritto da: Mauro Guerri, 28/09/2020





comments powered by Disqus