Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Sava, Poggio, Strip e Gamba in posa con Riccardo Schicchi
NEWS

Dopo l'umiliante batosta contro il Padova nessuna pagella. Oggi non ce la sentiamo

Ultimo posto solitario in classifica, un punto conquistato in sei partite giocate, peggior difesa per distacco dell'intera Lega-Pro, tre gol segnati di cui solo uno su azione. Questi i numeri shock collezionati dall'Arezzo in questo allucinante avvio di campionato. Le pagelle del dopo gara oggi le lasciamo agli altri. Con i voti si giudicano i giocatori, ieri sera in campo non ne abbiamo visto traccia.



 Le pagelle di Arezzo-Padova

 

Oggi non ce la sentiamo di dare i voti alle singole prestazioni di coloro che sono scesi in campo ieri sera nella disfatta contro il Padova. E’ la prima volta che questo accade e speriamo fortemente che possa essere anche l’ultima ma ci sembra inutile esercizio accademico dover soppesare con un mezzo voto in più o mezzo voto in meno lo scempio messo in campo da tutti e 24 giocatori che compongono la rosa amaranto. Badate bene, abbiamo detto 24 non per errore ma perché pensiamo che tutti indistintamente siano colpevoli di questo tremendo avvio di campionato, sia che giochi o che vada in panchina o in tribuna. Come abbiamo detto nel titolo i voti servono per giudicare la prestazione di un giocatore. Bene, ieri sera non ne abbiamo visto in campo nessuno. Per correttezza quindi verso i tifosi, già duramente provati dallo spettacolo a cui hanno dovuto assistere, oggi sospendiamo questa rubrica. E’ chiaro che siamo arrivati ad un punto di non ritorno e la cosa peggiore è che non si intravedono a breve spiragli di luce a cui aggrapparsi. L’unica speranza e che dentro lo spogliatoio oggi si guardino tutti in faccia, dal più vecchio al più giovane, e si rendano conto che così non è più possibile andare avanti. Serve silenzio, lavoro duro e tanta voglia di uscirne fuori anche se c’è la sensazione che sarà un’impresa titanica tentare di raddrizzare la baracca. Un voto di giornata lo vogliamo però dare e lo assegniamo a mister Camplone, che si merita un bell’otto per il coraggio dimostrato nell’accettare questo incarico. Lui dovrà riuscire a creare una parvenza di squadra da questa rosa, cosa nemmeno lontanamente intravista in questi due mesi. E’ inutile stare a cercare i colpevoli o piangersi molto addosso. La rosa è questa fino a gennaio e non potrà essere l’unico ipotetico innesto consentito dal regolamento a mutare d’incanto lo scenario. Bisogna cercare con le unghie e con i denti, ma anche con tanta dignità in più di quella sfoggiata ieri sera, di restare attaccati al treno delle ultime per poi sperare a gennaio di trovare tutti i correttivi necessari. Questo purtroppo è lo scenario di oggi e con questo bisogna riuscire a convivere, sperando almeno di non perdere ancora di più la faccia.

 

scritto da: Simone Trippi, 22/10/2020





comments powered by Disqus