Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
i dirigenti di Sant'Andrea in tribuna allo stadio
NEWS

Il capitano salva i suoi al fotofinish. Ok Di Paolantonio e Belloni, Di Nardo entra bene

L'assalto nella ripresa alla porta di Pizzignacco regala solo un punto all'Arezzo nell'ultima partita di un anno solareda dimenticare in fretta. Dopo le fatiche post-Covid la sosta dovrà servire per ricaricare testa e gambe in vista di un 2021 che gli amaranto dovranno giocare all'attacco per rincorrere una salvezza che è senza dubbio nelle possibilità di questa squadra.



Il rigore di Cutolo allo scadere che da' il pari all'ArezzoLe pagelle di Arezzo-Legnago

 

SALA 6 – Pagella in fotocopia alle ultime. Subisce senza colpe il gol nell’unica vera palla-gol avversaria, per il resto è presente nell’incitare i compagni nell’assalto finale.

LUCIANI 5 – Fine anno da dimenticare per il vice-capitano amaranto. Sbaglia molti appoggi e aiuta poco in fase di spinta. Deve ricaricare le batterie.

BALDAN 6 – Nel gol avversario forse entra in scivolata troppo molle ma per il resto la sua gara è migliore di altre passate prestazioni. Pizzignacco gli nega il gol di testa e alla fine risulta essere il più pericoloso dei suoi nell’area avversaria.

CHERUBIN 6 – L’emergenza in difesa lo costringe a stringere i denti e lui si mette seppur non al meglio a disposizione della causa. Va in apnea nel finale ma è comunque sempre puntuale nel guidare i compagni di reparto.

MAGGIONI 5,5 – Mezzo voto in più perché era assente da molte settimane. Gettato a sorpresa nella mischia da Camplone offre poco o niente in fase di spinta ed è sempre troppo timido.  (dal 68’ BENUCCI 6 – Fa meglio del compagno e si guadagna il rigore del pareggio)

DI PAOLANTONIO 6,5 – Il primo tempo lo gioca più timido del solito, poi via via che i minuti passano prende in mano il comando delle operazioni ed è uno dei più lucidi nell’assalto finale.

ARINI 5 – Peccato per quello sciagurato passaggio in orizzontale che da’ il via all’azione del gol degli ospiti. Una leggerezza non da lui che gli costa l’insufficienza nell’ultima gara dell’anno. (dal 68’ FOGLIA 5 – I primi quattro mesi dell’anno sono per lui da dimenticare alla svelta.)   

BELLONI 6,5 – Nel primo tempo è l’unico che salta l’uomo e prova ad inventare qualcosa poi nella ripresa si spenge un po’. Si vede che a destra rende meglio.

CUTOLO 6,5 – Il rigore al minuto 88 è di quelli che pesano una tonnellata. Lui non fa una piega e lo trasforma senza battere ciglio. Nell’ultima mezz’ora butta in area decine di palloni che la difesa veneta riesce sempre a respingere.

SUSSI 5,5 – E’ giovane ed oggi accusa le fatiche del calcio dei ‘’grandi’’. Pochi spunti ma comunque resta una delle poche piacevoli scoperte di questa prima parte di stagione. (dal 54’ DI NARDO 6,5 – Il ruolo in cui lo impiega Camplone, esterno sinistro alto, ne esalta le doti fisiche. Il suo ingresso porta peso decisivo per schiacciare il Legnago nella propria area di rigore. Sfiora l’eurogol in rovesciata)

ZUPPEL 6 – Meglio il primo tempo dove lotta come sempre e copre discretamente palla prendendo diverse punizioni. Più in ombra nella ripresa ma non bisogna dimenticare che ha solo 18 anni e non può reggere da solo tutto il peso dell’attacco amaranto.

 

scritto da: Simone Trippi, 24/12/2020





Arezzo-Legnago 1-1, intervista a Cherubin

Arezzo-Legnago 1-1
comments powered by Disqus