Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Como, Perugia, Ternana
PLAY OFF
Triestinadom17.30V. Verona
Cesena21Mantova
Matelicadom17.30Samb
PLAY OUT
Ravenna15mag17.30Legnago
Fano15mag17.30Imolese
IN SERIE D
Pistoiese, Lucchese, Livorno, Arezzo, Cavese
MONDO AMARANTO
Alessandro e 50 anni di fede amaranto
NEWS

L'Arezzo esce con un punto dalla battaglia di Ravenna. Ma la classifica continua a piangere (1-1)

In un terreno reso pesantissimo dall pioggia cadute in abbondanza a Ravenna gli amaranto agguantano in rimonta un punto che smuove la classifica ma non regala alla squadra di Camplone quel cambio di passo auspicato alla vigilia. I romagnoli passano in vantaggio alla mezz'ora con Franchini e sono ripresi da Di Paolantonio che dopo 10 minuti della ripresa sfrutta una respinta di Tonti su bella conclusione di Cerci per firmare il pareggio. Da rivedere i nuovi arrivi, anche se le prove di Sbraga e Altobelli fanno ben sperare per il futuro



Prima partita del 2021 con l’Arezzo impegnato a Ravenna in uno scontro salvezza fondamentale per il futuro. Contrariamente alle previsioni Camplone schiera Cutolo centravanti con Di Paolantonio nelle vesti di trequartista con ai lati Belloni e Cerci. Il nuovo arrivato Altobelli va a fare coppia con Arini nella linea mediana mentre in difesa esordio per Sbraga, in coppia con Cherubin, e Karkalis sull’out di sinistra.

Avvio di gara contratto per le due formazioni: il Ravenna prova a fare la gara con un pizzico di convinzione in più con l’Arezzo che cerca con il palleggio di aggirare lo scacchiere tattico romagnolo. Di Paolantonio agisce a ridosso di Cutolo in una sorta di 4-3-1-2 e gli amaranto dimostrano di poter essere pericolosi quando dialogano palla a terra con fraseggi veloci. Nessuna emozione però nei primi 15 minuti di gara anche se col passare dei minuti l’Arezzo prova a guadagnare qualche metro. Il Ravenna agisce di rimessa: ci prova Marchi al 24’ spizzando di testa una palla proveniente dalla destra ma Sala controlla con lo sguardo la palla uscire alta. I giallorossi provano sempre la palla lunga su Mokulu mentre l’Arezzo cerca con continuità Di Paolantonio fra le linee ma la difesa giallorossa accorcia sempre e la gabbia giallorossa è efficace nel chiudere la fonte di gioco amaranto. Al 28’ buona chiusura di Karkalis su Vanacore che aveva ricevuto una palla sporca appena dentro l’area di rigore defilato sulla destra. Al 32’ però il Ravenna passa: Sbraga allontana corto un traversone, si inserisce Martignago sulla sinistra che riceve palla e crossa dietro con Franchini che arrivando a rimorchio giustizia di piatto Sala da centro area. La prima parata di Tonti arriva al 37’ ma il tentativo di Cerci da 25 metri è velleitario e il portiere giallorosso blocca con facilità. La manovra amaranto è infarcita da troppi errori e la poca fisicità in attacco rende facile la vita al pacchetto arretrato del Ravenna. Dopo 2 minuti di recupero le squadre vanno negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio.

Nessun cambio all’intervallo, ci prova subito Cerci innescato da Cutolo sulla destra ma il cross basso dell’ex Milan e Fiorentina non trova compagni a centro area. Al 54’ Di Paolantonio alza troppo la mira da ottima posizione dopo una bella palla recuperata da Luciani e crossata radente all’altezza del dischetto del rigore. E’ il preludio al pareggio firmato proprio da Di Paolantonio che sfrutta una respinta di Tonti su gran tiro di Cerci che si era incuneato in area romagnola dopo bel dialogo con Cutolo. Il gol amaranto spacca la partita: le due squadre si allungano e ora il match è più piacevole. Al 60’ una verticalizzazione di Altobelli sembra poter lanciare Cutolo solo davanti al portiere ma purtroppo la palla resta sui tacchetti del capitano e l’azione sfuma. La gara ora è frenetica e fisica con tanti errori e continui ribaltamenti di fronte. Al 67’ doppio cambio: fuori Karkalis e Belloni dentro Maggioni e Piu, che torna in campo dopo oltre tre mesi passati fuori lista. Di Paolantonio esce con i crampi ed entra Zuppel al 74’ con Cutolo che torna nel consueto ruolo di trequartista. Stesso problema al 78’ per Altobelli rilevato da Soumah con Camplone che spende così l’ultimo cambio a sua disposizione. Il finale di gara è caotico, le squadre danno fondo alle ultime energie su un campo pesantissimo. Al minuto 86 l’Arezzo guadagna una punizione da buona posizione ma il tiro a giro di Cerci finisce altissimo. L’arbitro concede 5 minuti di recupero con le due squadre ormai stremate. L’Arezzo porta a casa un punto dopo un’autentica battaglia sul campo di Ravenna ma è un punto che serve a poco visto i risultati dagli altri campi. Ora è necessario l’ultimo sforzo della società per rinforzare la squadra con una punta di spessore e cercare contro il Cesena sabato prossimo la prima vittoria interna stagionale.

 

Stadio “Bruno Benelli’’ – ore 17.30

 

RAVENNA (4-3-3): 1 Tonti; 3 Vanacore, 25 Jidayi, 13 Marchi, 30 Perri; 8 Franchini, 27 Papa, 24 De Grazia (dal 40’ 5 Fiorani); 7 Ferretti, 9 Mokulu, 20 Martignago

A disposizione: 22 Raspa, 32 Albertoni, 2 Alari, 4 Shiba, 11 Marozzi, 14 Zanoni, 16 Marra, 17 Mancini, 21 Sereni, 29 Cossalter, 31 Fiore.

Allenatore: Leonardo Colucci

 

AREZZO (4-2-3-1): 1 Sala; 16 Luciani, 38 Sbraga, 33 Cherubin, 36 Karkalis (dl 67’ 15 Maggioni); 34 Arini, 46 Altobelli (dal 78' 6 Soumah); 11 Cerci, 31 Di Paolantonio (dal 74’ 32 Zuppel), 7 Belloni (dal 67’ 24 Piu); 10 Cutolo

A disposizione: 22 Tarolli, 30 Gagliardotto; 3 Baldan, 5 Borghini, 17 Di Nardo, 25 Sussi

Allenatore: Andrea Camplone

Indisponibili: Pesenti, Picchi

Squalificati: Kodr

 

ARBITRO: Saia di Palermo  – Assistenti: Colavito e Minafra – Quarto uomo: Pezzopane

NOTE: gara a porte chiuse. Ammoniti: 15’ Ferretti, 22’ Sbraga, 73’ Perri, 78’ Papa, 92’ Soumah

RETI: 32’ Franchini, 55’ Di Paolantonio

 

scritto da: Simone Trippi, 10/01/2021





Ravenna-Arezzo 1-1, intervista a mister Camplone

Ravenna-Arezzo 1-1
comments powered by Disqus