Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 29a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolesedom12.30Triestina
Sambdom12.30Arezzo
Fanodom15Fermana
Matelicadom15Legnago
Cesenadom16Vis Pesaro
Feralpi Salòdom17.30V. Verona
Gubbiodom17.30Ravenna
Padovadom17.30Perugia
Carpidom20.30Modena
Mantovalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Marco e la sua passione amaranto
NEWS

Per la prima interna del 2021 ecco il Cesena: squadra in salute che non perde da 10 giornate

Il nuovo anno al Comunale è inaugurato da un avversario ''storico''. Il Cesena veleggia nelle parti alte della classifica ed è una delle più belle rivelazioni di questo campionato. Partito senza i favori del pronostico si sta insediando nelle parti nobili della classifica grazie a prestazioni sempre più convincenti ed autoritarie. Pericolo numero uno Bortolussi, ex Sansepolcro, che con le dieci reti segnate è il capocannoniere del girone



Mattia Bortolussi, goleador principe del girone B di Lega-Pro

Torna al Comunale, dopo diversi anni, ben quattordici, una partita molto sentita dalla tifoseria, ovvero quella contro il Cesena. I bianconeri romagnoli, con 32 punti, occupano la quinta posizione in classifica.

 

ALLENATORE -  In panchina, dal gennaio del 2020, siede William Viali, arrivato in sostituzione di Francesco Modesto. Classe ’74, originario di Vaprio d'Adda, ex difensore centrale di buon livello, in A e B con le maglie tra le altre di Lecce, Perugia, Fiorentina e Treviso. Da allenatore per lui esperienze nelle giovanili del Parma, poi in “prima squadra” con Fiorenzuola, Piacenza, Pro Piacenza e Südtirol, Cuneo (salvezza ai play-out) e Novara. Allenatore giovane, preparato a livello tecnico, capace di variare il proprio scacchiere tattico in base alle esigenze della partita.

 

FORMAZIONE - Dovrebbe essere schierata col 4-3-3. Nardi; Longo, Maddaloni, Ciofi, Favale; Ardizzone, Petermann, Steffè; Zecca (Capanni), Bortolussi, Russini

 

PUNTI DI FORZA - Da tenere d’occhio l’esperto portiere Michele Nardi (‘86). Partito come riserva di Satalino, si è guadagnato la maglia da titolare e poi riconfermandola a suon di ottime prestazioni, non ultima, quella del turno scorso. Estremo reattivo, bravo tra i pali e nelle uscite basse, abile a guidare la terza linea. Andrea Ciofi (’99), 22 anni a giugno, ma già leader carismatico e tecnico della squadra, uno dei migliori prospetti in Serie C. Discreta struttura fisica, ma buona rapidità, abile sia in marcatura che in fase di impostazione e di primo possesso, under che gioca con la tranquillità di un veterano. Francesco Ardizzone (’92) incursore e distruttore della mediana di Viali, mediano o mezz’ala, giocatore che abbina ad una buona tecnica, la giusta dose di cattiveria agonistica. Discreto negli inserimenti ed al tiro da fuori. Infine il bomber del campionato, con 10 reti, Mattia Bortolussi (’96) ex Lucchese e Sansepolcro, che Zebi ha voluto fortemente portare con sé da Novara. Centravanti moderno, discretamente strutturato, bravo con i piedi e di testa, abile nel dialogare con i compagni ed a giocare anche spalle alla porta.

 

PREGI E DIFETTI - Squadra tra le più in condizione dell’intero campionato, con una serie aperta di ben dieci risultati utili consecutivi (sei vittorie e quattro pareggi) che le ha permesso di scalare la classifica ed insediarsi a ridosso del vertice. Il ds Zebi, arrivato in estate, ha sposato in pieno la linea verde, abbassando decisamente l’età media della squadra, che lo scorso anno, aveva fallito malamente l’obbiettivo play-off. I bianconeri producono un bel calcio, con giocate in velocità palla a terra, fatto di densità e possesso in mezzo al campo, sviluppandolo attraverso il giro palla e fitti passaggi, risultando a volte però un po' macchinoso e farraginoso. Formazione abile anche a sfruttare bene le corsie esterne. Reduce sabato scorso dal pareggiato 0-0 contro il Südtirol, meritandosi anche i complimenti dell’allenatore avversario Vecchi: “Il Cesena ha avuto un palleggio e un predominio più alto del nostro È stata una partita tutta difficile, loro giocavano a calcio e ci facevano correre un po' a vuoto. Non è stata una delle migliori partite da noi giocate, ci prendiamo il punto a Cesena contro una squadra più pronta di noi che gioca un bel calcio”. Percorso di crescita netto quello dei romagnoli, certificato anche dalle grandi prove contro Modena e appunto gli altoatesini, due big di questo campionato, che hanno messo in mostra le qualità tecniche, caratteriali e soprattutto mentali dei ragazzi del presidente Patrignani. Per la sfida del Comunale mister Viali dovrà rinunciare, oltre ai lungodegenti Gonnelli e Caturano, rientro previsto a marzo, probabilmente anche a Sala (problemi alla caviglia), Munari (stiramento), Koffi, bloccato in Francia dal Covid, ma dovrebbe recuperare Capanni che era alle prese con problemi agli adduttori. Assenze che limiteranno le scelte e magari la possibilità di cambiare il canovaccio tattico a partita in corso. Radiomercato da vicino il ritorno di Borello in prestito dal Crotone e lo scambio tra Tonetto dell’Imolese ed Aurelio, mentre piacciono Iotti, difensore del Teramo e il mediano Angiulli della Samb. Satalino è passato al Monopoli, al suo posto Benedetti, pescato tra gli svincolati. Davanti a Nardi linea difensiva con Longo a destra, discreto in marcatura, maggiormente a suo agio in fase difensiva e sull’out opposto Favale, bravo quando accompagna l’azione soprapponendosi e proponendosi in chiave offensiva, ottimo calcio, discreto al cross. Centrali Ciofi e Maddaloni, difensore tempista, applicato in marcatura e discreto nel gioco aereo. Alternativa ai titolari è rappresentata da Luca Ricci, originario di Bibbiena, cresciuto nelle file cesenati, discreto agonista che, se fosse inserito tra i titolari, potrebbe far scivolare Ciofi sull’out di destra. Mediana che vedrà in regia Davide Petermann sinistro al velluto, bravo sui calci piazzati, realizzò un gol agli amaranto quando vestiva la maglia del Santarcangelo, carismatico, play con una buona visione di gioco. A completare la mediana con Ardizzone ci sarà Steffè, mediano che può giostrare indifferentemente da mezz’ala e da regista, aggressivo, dinamico, abile ad attaccare lo spazio. Reparto a cui andrà evitato il palleggio ed il giro palla. Le scelte alternative sono rappresentate dai baby Campagna e Collocolo, classe ’99 con una buona struttura fisica, abile recupera palloni o da Capellini, cesenate doc, esperto, abile tecnicamente, che potrebbe essere utilizzato se il “Cavalluccio” volesse fare gara maggiormente offensiva, visto che l’ex Forlì, nasce come trequartista. In attacco il terminale offensivo sarà il bomber Bortolussi, all’asciutto da sei gare, apparso in verità un po' stanco, mentre ai suoi fianchi ci saranno probabilmente Zecca e Russini. Il primo è giocatore tecnico, anche se si accende a corrente alternata, veloce, dotato di una discreta fisicità a cui piace attaccare la profondità, mentre Russini è ala di grande rapidità, abile nel dribbling e capace di saltare l’avversario creando superiorità numerica. Alternative sono il nazionale sammarinese Nanni, ragazzo discreto tecnicamente che può agire da esterno o da riferimento centrale e soprattutto Capanni grandi qualità tecniche, bravo al dribbling ed in rifinitura. Compagine bianconera difficile da affrontare perché formazione in salute, che gioca in sicurezza. Squadra sempre molto corta e vicina tra i reparti, aggressiva, discreta in entrambe le fasi. L’Arezzo dovrà evitare di dargli profondità e di fargli sviluppare il proprio gioco, cercando di colpire quando la squadra avanza anche con i terzini oppure tirando fuori uno dei centrali difensivi per creare spazi. Lontano dal Manuzzi rullino da promozione: sei vittorie (tre consecutive Legnago, Mantova, Imola), due pareggi ed una sola sconfitta, lo 0-2 a Carpi, del 24 ottobre, con 16 gol realizzati e 8 subiti.

 

ULTIMO PRECEDENTE - -Risale al 1° maggio 2007, campionato di B, quando l’Arezzo di Conte, si impose per 3-0 sui bianconeri guidati da Castori. Reti di Floro Flores, che nel primo tempo aveva sbagliato anche un rigore e doppietta di Volpato.

 

scritto da: Mauro Guerri, 15/01/2021





comments powered by Disqus