Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 6a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Badesse--Pianese
Cascina--Cannara
Flaminia--Scandicci
Foligno--Sangiovannese
Gavorrano--Arezzo
Montespaccato--San Donato
Rieti--Tiferno
Trestina--Pro Livorno
Unipomezia--Poggibonsi
MONDO AMARANTO
Alessio, Francesco, Luchino, Poggio e Peiote allo stadio
NEWS

Come si sono mosse le avversarie dell'Arezzo? Ecco tutti i movimenti di mercato delle altre

Si è chiusa lunedì la sessione invernale del mercato che, come da prassi, ha ridisegnato gli organici delle compagini di Lega-Pro. Da domani quindi parte di fatto un nuovo campionato lungo 17 partite che ci accompagnerà fino ai verdetti finali. Dalla Fermana al Ravenna sono sette le squadre che assieme all'Arezzo si giocheranno la salvezza diretta oppure una posizione privilegiata nei play-out. Ecco tutti i movimenti di mercato delle dirette concorrenti degli amaranto



Lorenzo Tassi, due anni ad Arezzo, ritrova a Pesaro mister Di DonatoLunedì scorso alle 20.00 si è chiusa ufficialmente la sessione invernale del calcio mercato, però fino al 31 marzo, sarà possibile, per chi avrà posto in lista, attingere dagli svincolatati. Diamo un’occhiata a come si sono mosse le avversarie dell’Arezzo alla corsa salvezza, difficile se non impossibile quella diretta, in salita, al momento attuale, anche quella tramite gli spareggi. Prendiamo le squadre che potrebbero essere invischiate per la lotta per non retrocedere, ovvero quelle che vanno dalla Fermana, a 23 punti, fino al fondo della classifica. Prima però dedichiamo un paio di righe a quelli che sono stati i colpi migliori di questa finestra di trattative nel girone B. Nella top five sicuramente gli acquisti in casa Padova degli attaccanti Biasci (Carpi) e Chiricò (Ascoli), l’arrivo dell’esterno Lepore alla Triestina dal Monza, la mezz’ala Di Noia che si è accasato al Perugia dal Chievo e Guerra attaccante che dal Vicenza, l’Arezzo ne sa qualcosa, è tornato a vestire la maglia della Feralpi.

Come dicevamo la Fermana (23 punti e 14 operazioni concluse) ha lavorato soprattutto sul reparto avanzato con gli acquisti di Cais (Carrarese) e D’Anna (Lecco, percorso inverso per Liguori) e le cessioni di Raffini alla Paganese e restituendo all’Ascoli il giovane Intinacelli. La mediana ha visto l’arrivo di Graziano (Pro Vercelli) e del baby italo-albanese Kasa dal Parma, lasciando ritornare a Napoli Labriola. La retroguardia ha registrato l’ingaggio del difensore centrale Bonetto, che era svincolato e del portiere Colombo dal Legnago, ma proprietà Juve. Infine hanno lasciato il gialloblù l’estremo Zizzania (Montegiorgio), Esposito (Pro Vercelli) e Persia e Diop a cui è stato rescisso il contratto. Appaiato in classifica ai marchigiani il Gubbio (23 punti e 7 operazioni), che proprio oggi affronta l’Arezzo. Gli Eugubini hanno ingaggiato i centrocampisti Serena (Venezia), Fedato (Casertana) ed Hamlili (Bari) ed il terzino Ingrosso (Imolese), lasciando partire Lovisa (Legnago, via Fiorentina), Gerardi (Cavese) ed il giovane Sdaigui, rientrato alla Roma. Decisamente attivo anche il Legnago Salus (22 punti e 10 operazioni) che ha avuto una linea diretta con il Modena a cui ha ceduto nelle ultime ore di mercato Luppi, prendendo, a inizio di questa sessione, Laurenti e Stefanelli, che avevano risolto anzitempo il loro contratto con i canarini, nell’ordine difensore e centrocampista. In Veneto poi sono approdati il mediano Lovisa, il portierino Corvi (’01 dal Parma), mentre il colpo da novanta del mercato dei biancoazzurri è Lazarevic, esterno sloveno classe ’90 ex Chievo, svincolato dopo l’esperienza in patria con il Domzale. Interessante l’arrivo di Buric, attaccante croato ex Rudes, autore di 7 reti in questa stagione, nel campionato di B del suo paese. Non sono più a disposizione di Bagatti Colombo (Fermana), Carannante rientrato al Parma e poi girato alla Turris ed il centrale Senese che è ha fatto ritorno al Napoli. Anche la Vis Pesaro si è mossa con decisione (21 punti e 16 operazioni), anche se è sfumato il sogno Cacia, che ha deciso di non tornare in campo. Nell’ultima giornata di trattative ha tesserato l’attaccante Germinale dalla Cavese, il portiere Bertinato dal Venezia, ma era a Lecco ed il difensore Carissoni dal Torino. In precedenza erano arrivati l’ex Arezzo Lorenzo Tassi, che era svincolato, l’attaccante Gucci dalla Pistoiese, i difensori Ferrani dalla Viterbese e Di Sabatino dal Fano ed il giovane portiere Khadim Ndiaye dall’Ascoli, ma di proprietà dell’Atalanta. Hanno salutato la Vis i difensori Pezzi (Pistoiese), Eleuteri (Carpi), Farabegoli (via Samp, passato alla Feralpi) e Lelj (Franciacorta in D), le punte Marcheggiani (Lucchese), Faraghini (Nestor Calcio), Bismark Ngissah (Pro Sesto) e l’esterno offensivo Blue andato a fare esperienza in D alla Vastese. Il Fano (17 punti e 14 operazioni) nelle ultimissime ore di mercato ha chiuso lo scambio con il Catanzaro, facendo partire per la Calabria il centrocampista Parlati ed accogliendo il pari ruolo Francesco D’Urso. Si sono vestiti di granata Sbarzella (due anni ad Arezzo senza grossi spazi), il difensore centrale Cason dal Matelica, scambiato con Zigrossi, il mancino Valeu dalla Casertana, il mediano Gentile (Foggia), l’ala Flores Heatley dal Piacenza e l’attaccante Álvaro Montero prelevato dal Monopoli. Hanno cambiato casacca Di Sabatino (Vis Pesaro), il mancino De Vito (Cavese), i centrocampisti Isacco (Monopoli) e Said (Foggia), il giovane Longo (Casertana), ma soprattutto l’attaccante esterno Baldini passato in B al Cittadella. L’Imolese (16 punti e 8 operazioni) di patron Spagnoli ha chiuso l’ultima giornata di trattative con una entrata, il centrocampista centrale rumeno classe 2000 Mihael Onisa dal Torino ed un’uscita, il passaggio del mancino Ingrosso al Gubbio. Ad inizio gennaio ha lasciato la Romagna Stanco passato all’Alessandria, sostituito in rosa da Piovanello, Catania, ma cartellino del Padova e da Tommasini che il Pisa aveva prelevato in questa sessione dal Pontedera. Inoltre dal Cesena, via Sassuolo, è arrivato il terzino Aurelio e dalla Juve Stabia l’ala Bentivegna. L’attaccante Giacinto Ventola è stato dirottato alla Turris, dall’Ascoli, proprietario del suo cartellino. Blindato fino a giugno il gioiellino Torrasi. Infine discreta rivoluzione, soprattutto in entrata, quella operata dal Ravenna (15 punti e 10 operazioni), chiudendo l’ultimo giorno con addirittura 5 acquisti. Dopo lo svincolato Fiore, sono arrivati dalla Cavese il mediano Gianluca Esposito e dalla Samb il centrocampista Rocchi e per concludere i botti delle ultime ore. In porta è approdato Tomei dalla Juve Stabia assieme al potente centrale Codromaz, difesa che ha visto anche il ritorno di Boccacini dal Prato e dalla Paganese sono giunti in Romagna il centrocampista Alessio Benedetti, ex amaranto e la punta Cesaretti. Hanno lasciato la maglia giallorossa Paolo Marchi accasatosi al Piacenza e Alex Cossalter che rientrato al Bologna, è passato all’Union Feltre.

E l’Arezzo? Con 24 operazioni di mercato, quasi un primato superato solo dalle 30 effettuate dal Monopoli, spera di trovare dalla terza rivoluzione stagionale, la spinta giusta per ottenere almeno gli spareggi, anche se, ad onor del vero, i nuovi per adesso hanno portato solo un punto in quattro partite. Dalla partita con il Gubbio speriamo inizi un altro campionato.

 

scritto da: Mauro Guerri, 03/02/2021





comments powered by Disqus