Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravenna03Perugia
Gubbio00Mantova
Legnago11Arezzo
Matelica00Fano
V. Verona01Samb
Feralpi Salò61Carpi
Modena30Padova
Cesena02Imolese
Vis Pesaro11Fermana
Triestina32Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Matteo sulle nevi di Alleghe
NEWS

Scommesse, radiato Sartor. 4 anni a Mastronunzio. Prosciolto Sarri, 3 anni e 9 mesi a Iaconi

La Disciplinare ha reso noti i verdetti del processo sportivo di primo grado: penalizzazioni per Pescara e Novara, oltre che per Albinoleffe, Reggina, Piacenza, Monza, Padova, Empoli e Ravenna. Fuori dal calcio a vita Cassano, Zamperini e Santoni. 3 anni e 6 mesi a Ventola, 3 anni a Vantaggiato. Decadono le accuse nei confronti dell'ex allenatore amaranto, mentre l'ex diesse è condannato per illecito



scommesse illecite sul calcio, arrivano le stangateNessuna attesa. I verdetti della Disciplinare sul calcioscommesse sono stati resi noti stamani dalla Federcalcio che già ieri aveva ricevuto le 80 pagine di sentenza e motivazioni extra patteggiamenti. Si era ipotizzata la possibilità di aspettare un giorno in segno di rispetto per la Nazionale, ma alla fine si è deciso di pubblicare ciò che comunque era già emerso.

 

LE SOCIETÀ — Come anticipato sull'edizione cartacea de la Gazzetta dello Sport, la Disciplinare ha confermato parte delle richieste della Procura federale. Nessuno sconto al Pescara, dunque, che partirà da -2 nel prossimo campionato di serie A, parziale riduzione della penalizzazione al Novara, che da -6 passa a -4 da scontare in B. La società maggiormente colpita da Palazzi era stata l'AlbinoLeffe che giocherà in Prima Divisione: i bergamaschi ricominceranno da -15 anziché da -27. Tra gli altri club, sconto anche a Reggina (da -6 a -4), Piacenza (da -19 a -11), Monza (da -6 a -5), Ancona (da -10 a -8), confermati il -2 al Padova e il -1 ad Empoli, Ravenna e Avesa. Solo ammende per Sampdoria, Siena e Spezia.

 

LE MOTIVAZIONI — A meno che non riesca a ribaltare la sentenza nei successi gradi di giudizio, l'avventura del Pescara in A partirà con l'handicap. La Disciplinare ha confermato la responsabilità oggettiva del club per l'illecito commesso dal proprio tesserato in occasione di Piacenza-Pescara del 9 aprile 2011. Fu Nicco nella circostanza a provare ad alterare l'esito della gara con Gervasoni. Il Novara viene punito per "la gravità delle condotte dei tesserati, del cui operato la Società risponde a titolo di responsabilità oggettiva"; lo sconto è dovuto all’attenuante "che va riconosciuta per l’ampia e idonea attività di prevenzione attuata dalla Società, puntualmente documentata; per il fatto di aver provato a combattere il fenomeno delle scommesse arrivando a denunciare un propria gara sospetta per flussi anomali e per i danni diretti ricevuti dai propri tesserati". Come previsto, il forte scontro all'AlbinoLeffe, difeso dall'avvocato Chiacchio, è dovuto ai "danni ricevuti dalla società per gli illeciti commessi dai propri tesserati".

 

I TESSERATI — Confermate le richieste di radiazione per Alessandro Zamperini, Mario Cassano, Luigi Sartor e Nicola Santoni. Sono tra i nomi più noti dello scandalo: il primo paga "il ruolo di rilievo assunto nell’associazione a delinquere, la effettuazione di scommesse illecite e la partecipazione all’illecito sportivo relativo alla gara Cesena-Gubbio"; il secondo "la violazione plurima degli articoli 6 e 7 del Codice di Giustizia Sportiva"; il terzo "la sua funzione di collegamento con gli asiatici"; il quarto "la pluralità degli illeciti commessi", tra cui "l'alterazione effettiva del risultato di Padova-Atalanta del 26 marzo 2011". In totale sono 33 i tesserati condannati: risaltano i 4 anni a Mastronunzio, i 3 anni e 6 mesi a Nicola Ventola, i 3 anni a Vantaggiato. Santoruvo se la cava con sole sei giornate di squalifica.

 

Maurizio Sarri prosciolto dall'accusa di omessa denunciaGLI EX AMARANTO - La Disciplinare ha prosciolto Maurizo Sarri dall'accusa di omessa denuncia in relazione alla partita Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010, oggetto di un tentativo di alterazione posto in essere da Carobbio, Joelson, Acerbis, Conteh e Turati, all’epoca dei fatti calciatori del Grosseto, tentativo del quale tentarono di profittare gli “zingari” scommettendo su una gara già combinata. "La consapevolezza dei fatti di Sarri, scrive la Disciplinare, non risulta sufficientemente provata e anche la frase pronunciata durante la gara ("e questa è una partita che dovevamo pareggiare?"), pur prestandosi a interpretazioni malevole, può essere frutto, nella concitazione della gara, di ragioni del tutto lecite e non ha comunque significato univoco, sul quale possa fondarsi l’affermazione di responsabilità".

In relazione alla stessa gara, è stato invece ritenuto colpevole di tentato illecito il diesse Andrea Iaconi, ad Arezzo nella stagione 2007/08. "Dalla complessa ricostruzione compiuta dalla Procura federale risulta un coinvolgimento anche del direttore sportivo del Grosseto, Andrea Iaconi che, secondo l’ipotesi accusatoria rivelatasi fondata, incaricò Turati  (ex calciatore dell’Ancona) e Joelson (amico e connazionale del portiere dell’Ancona Da Costa) di trattare con i calciatori dell’Ancona per comprare la gara, facendoli allontanare dal ritiro e fornendo loro perfino l’autovettura della Società". Iaconi ha sempre negato la ricostruzione dei fatti, ma la Disciplinare lo ha inibito per un periodo piuttosto lungo (3 anni e 9 mesi)

Per quanto riguarda la vicenda costata la squalifica a Tomas Locatelli (due anni dopo il patteggiamento), la Disciplinare ha stabilito che "per la gara Ancona-Mantova del 30 maggio 2010 è stata raggiunta la prova di un tentativo di alterazione posto in essere da Gervasoni, Locatelli, Bellodi, Nassi, all’epoca dei fatti calciatori del Mantova, e Magalini, all’epoca dei fatti direttore sportivo del Mantova, nei confronti di Mastronunzio, Cristante, De falco Andrea e Colacone, all’epoca dei fatti calciatori dell’Ancona (...) In definitiva, Gervasoni, Locatelli, Nassi, Bellodi, Magalini, Mastronunzio, Colacone, De Falco Andrea e Cristante, in concorso tra loro, hanno posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento e il risultato della gara, alcuni prendendo contatti diretti con i tesserati della squadra avversaria, alcuni portando avanti le contrattazioni. Anche se l’accordo non venne raggiunto, tale condotta realizza ugualmente la fattispecie contestata agli incolpati"

 

Il documento completo della Disciplinare

 

www.gazzetta.it 

 

scritto da: Andrea Avato, 18/06/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Andrea Avato, il 18/06/2012 alle 12:15

Foto Commenti

Questo è il secondo processo. Il terzo, con il grosso delle partite del Siena, ci sarà d'estate

Commento 2 - Inviato da: alti60, il 18/06/2012 alle 13:07

Foto Commenti

Ah ecco! ascolta poi una curiosità volevo cambiare la foto Avatar,lo caricata 2 volte quella nuova & mi dice IMMAGINE MODIFICATA,ma io vedo sempre quella di primaUndecided

 

Lascia stare Mino io ho provato diverse volte ma niente è come il quote da eliminare subito,contunuiamo la lotta Sealed

Commento 3 - Inviato da: Andrea Avato, il 18/06/2012 alle 14:28

Foto Commenti

Mino, che problemi ha l'avatar? Io vedo l'immagine modificata rispetto a prima. Fammi sapere

Commento 4 - Inviato da: Amaranta, il 18/06/2012 alle 22:40

Foto Commenti

Io vedo il tuo avatar modificato....pero' non ti si vede la testa!!

Ohhh, io la foto te l'avevo fatta intera!!!

Commento 5 - Inviato da: Toni, il 19/06/2012 alle 09:34

Foto Commenti

Te lo smezza perchè il software non accetta più di tot pixel o formato 

 

software intelligente!