Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Teti, Pera, Lelo, Vasco, Chiodo, Betti, Meo, Bane, Nico a San Siro
NEWS

Provini per i giovani, si tirano le somme. L'Arezzo vuole tornare casa madre

Si sono concluse ieri pomeriggio al villaggio, sotto un sole africano, le selezioni per calciatori delle annate '95 e '96. Martucci, Alessandro, Bacis e Tocci hanno visionato in due mesi un centinaio di ragazzi, individuandone alcuni che potrebbero essere cartellinati. Adesso però ci sarà da testare l'effettiva collaborazione delle società della zona. L'ambizione amaranto è quella di rimettere in piedi una corsia preferenziale abbandonata negli ultimi anni



provini conclusi per i giovani più interessanti della zonaUn sole africano ha caratterizzato l’ultima giornata di provini per i migliori ragazzi del circondario. Nel giro di due mesi l’Arezzo ha visionato un centinaio di giovani delle annate ‘95 e ’96, appartenenti alle categorie Allievi e Juniores. L’opera di scrematura è stata certosina e ieri la selezione definitiva si è svolta sotto gli occhi di tutto lo staff amaranto: dal diggì Martucci al responsabile del settore giovanile Alessandro, fino agli allenatori Bacis e Tocci. Sul campo del villaggio si è visto del buon calcio, con alcuni elementi che hanno messo in mostra qualità tecniche, doti atletiche e anche una maturità tattica incoraggiante. Martucci adesso farà il punto della situazione con tutti i suoi collaboratori, individuando i giocatori sui quali puntare, anche in relazione alle conferme nella rosa della Juniores. La formazione di Tocci ha disputato un’ottima stagione, stravincendo il girone e andando fuori senza perdere nel triangolare finale, cedendo il passo al Città di Marino che poi ha conquistato il titolo di campione d’Italia. Come per la prima squadra, anche qua l’intenzione è di integrare l’organico senza mandare a monte il lavoro di quest’anno. L’obiettivo resta quello di far bene, anche nel caso in cui Tocci si ritrovasse a disposizione una Berretti.
I prossimi giorni saranno molto importanti per sondare il terreno con i club della zona. Finora l’Arezzo ha riscontrato una certa disponibilità nell’organizzazione dei provini, ottenendo il nulla osta per visionare calciatori cartellinati dalle società giovanili della provincia. Adesso però si arriva al momento cruciale, perché ci sarà da capire se un eventuale salto in amaranto dei ragazzi verrà caldeggiato e incoraggiato da tutti, oppure se inizieranno ad affiorare resistenze e ostracismi. Martucci e Alessandro hanno a disposizione un budget per tutte le operazioni riguardanti il vivaio, ma alla base c’è soprattutto un rapporto di collaborazione reciproca che va ridefinito, ricostruito e rimesso in moto.
Sono molti anni ormai che tra l’Arezzo, che dovrebbe fungere da casa madre, e le società della zona, c’è un legame esilissimo. E non è un caso che, oltre alle strutture di proprietà, proprio qui la dirigenza abbia deciso di intervenire, riannodando i fili di un discorso scemato da tempo. Sono settimane importanti queste, che daranno un’impronta profonda al futuro del calcio aretino. E’ ovvio che ogni club ha la facoltà di stringere partnership con chi meglio vuole e crede, ma la vera svolta sarebbe ricreare una corsia preferenziale verso l’Arezzo, come accadeva ai tempi della Tuscar Canaglia e del San Domenico.
Il prossimo dunque sarà un anno da lavori in corso. Innanzitutto l’incertezza sul ripescaggio non consente ancora di programmare la partecipazione ai campionati giovanili regionali e nazionali. E poi ci sarà da incrementare il numero delle squadre ai nastri di partenza: per salvaguardare la possibilità di tutti i ragazzi di indossare la maglia amaranto, principio sacrosanto, e anche la competitività tecnica, è probabile che verranno messe in piedi due formazioni Allievi, due Giovanissimi e così via. Al villaggio, aggiungendo pure l’attività femminile, ci sarà un gran traffico sette giorni su sette. Ed è bellissimo così.

 

Le società che hanno inviato calciatori alle prove di selezione: Arno Laterina, Bucinese, Cattolica Virtus, Cortona Camucia, Floria 2000, Group Castello, Junior Camp, Margine Coperta, Olmo Ponte, Orange Chimera, Poliziana, Pontassieve, Sansepolcro, Santa Firmina, Settignanese, Sinalunghese, Soci, Tuscar. 

 

scritto da: Andrea Avato, 22/06/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: DaM, il 22/06/2012 alle 10:57

Foto Commenti

Che poi, chi in un ambiente del genere ci cresce, il cuore ce lo metterá sempre.
E poi questa é la prima estate da 12-13 anni a questa parte, che non si ricomincia da zero. Giá questo basta a far capire che la musica é cambiata.

Sogno ad occhi aperti.

Commento 2 - Inviato da: Moderato, il 22/06/2012 alle 11:35

Foto Commenti

Credo che al Direttore Angelo Alessandro spetti un compito molto arduo, cioè cercare di ricucire rapporti cone le società della provincia ... non sarà cosa semplice. Il fatto è che noi aretini non abbiamo per nulla il senso di appartenenza alla squadra che rappresenta la nostra città. Parlando in giro con molti genitori di ragazzi che giocano nelle varie società Santa Firmina, Olmo Ponte, Chimera ecc. ecc... pensano di avere in casa un fenomeno da far giocare chissà in quale categoria e quindi snobbando l'Arezzo. Credo che ci voglia molta più umiltà e saper leggere bene quello che il proprio ragazzo è in grado di dare e magari di far valutare ad altri il tasso tecnico relativo tasso tecnico del giocatore. Spero che piano piano questa mentalità assurda si offuschi fino ad annullarsi e si ritrovi tutti insieme il senso di appartenenza alla nostra gloriosa società + rappresentativa. Credo poi che la mentalità di questa dirigenza sia quella giusta. Per cui un grande in bocca al lupo al direttore Alessandro per il suo lavoro.     

Commento 3 - Inviato da: pipanos, il 22/06/2012 alle 11:39

Foto Commenti

Una curiosità, quanti bambini si sono iscritti all'amaranto camp??

Commento 4 - Inviato da: Moderato, il 22/06/2012 alle 11:41

Foto Commenti

Circa una una ventina. Ma la scuola calcio sono sicuro che decolerrà il problema sono le altre categorie.

Commento 5 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 22/06/2012 alle 11:43

Foto Commenti

la prima settimana sono una ventina circa, non so dirti per le prossime due