Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Como, Perugia, Ternana, Alessandria
PLAY OFF finale andata
Padova00Alessandria
PLAY OUT andata
Ravenna01Legnago
Fano00Imolese
IN SERIE D
Pistoiese, Lucchese, Livorno, Fano, Ravenna, Arezzo, Bisceglie, Cavese
MONDO AMARANTO
Marco e la sua passione amaranto
NEWS

Il Legnago passa a Ravenna e ipoteca la salvezza. Rinviata per Covid Fano-Imolese

Sono iniziati ieri i play-out che dovranno decretare le ultime tre retrocessioni in serie D. Dopo Trapani, escluso prima dell'inizio della stagione, ed Arezzo, Livorno, Lucchese, Pistoiese e Cavese retrocesse sul campo, gli spareggi salvezza hanno subito visto il rinvio della gara di Fano, a causa di un focolaio di Covid nello spogliatoio marchigiano. Nelle gare giocate il Legnago espugna Ravenna e vede ad un passo la permanenza in categoria, nell'altra gara successo di misura del Bisceglie sulla Paganese



Mister Colella (Legnago)

Quello che poteva essere, invece purtroppo non è stato e ci vede spettatori, questo è il leitmotiv di questa giornata di andata dei play-out. Spareggi per non retrocedere, che gli amaranto non hanno raggiunto, che sono giocati in forma ridotta, perché nel girone A sono già state decretate le tre retrocessioni, tutte dirette, di Livorno (ultimo posto) e di Lucchese e Pistoiese a causa della forbice, mentre nel C, oltre al Trapani escluso dal campionato, sempre a causa del distacco superiore ad 8 punti, la Cavese è andata a fare compagnia all’Arezzo e alle altre toscane in D.

Playout che cominciano però come gli spareggi promozione, ovvero con un rinvio, quello della gara tra Fano e Imolese. La Lega, preso atto della comunicazione del Dipartimento di Prevenzione - U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica Prevenzione Malattie Infettive – ASUR Marche e della successiva comunicazione con oggetto “Cluster di Infezione da Sars-Cov-2 nel gruppo squadra della Società Alma Juventus 1906 Fano”, nella quale “al fine di arginare il rischio di diffusione del contagio, si esprime parere igienico-sanitario contrario alla disputa della partita tra l’Alma Juventus Fano 1906 e l’Imolese prevista nella giornata di domani sabato 15 maggio 2021”., in dipendenza di quanto sopra dispone che la gara A.J. Fano-Imolese, in programma sabato 15 maggio 2021, Stadio “Raffaele Mancini”, venga rinviata a data da destinarsi. Soddisfatta la società granata che per voce del dg Bernardini ha espresso riconoscenza verso tutti: “Ringrazio le istituzioni sanitarie che hanno fatto il proprio dovere con coscienza. Ringrazio soprattutto Ghirelli e Paolucci che si sono messi a completa disposizione quotidianamente, in questi giorni ci siamo sentiti non spesso di più. Ringrazio anche il presidente che ha messo la squadra in condizione di effettuare i tamponi quotidianamente, quindi oltre il protocollo, per salvaguardare la situazione. Stiamo cercando una struttura che ci ospiti per effettuare la famosa ‘bolla’ e circoscrivere la squadra da eventuali nuovi contagi, e per cercare di trovare la giusta concentrazione per affrontare queste due gare in attesa di sapere la data della disputa”.

Comunque torniamo a quello che hanno detto i primi 90 minuti.

A Ravenna il Legnago mette una seria ipoteca sulla permanenza in categoria imponendosi per 1-0. Decisivo nella ripresa Buric, ma andiamo con ordine. Primo tempo con i romagnoli maggiormente propositivi e Salus che ha agito principalmente di rimessa. Un’occasione per parte, prima gli ospiti con Morselli che spreca un errore di Bendetti in area di rigore, poi nel finale di frazione, con un colpo di tacco di Martignago che libera Sereni alla conclusione potente, Pizzignacco è superlativo e si salva deviando la sfera. Nella ripresa la squadra di Colella prende decisamente le redini del gioco e passa al minuto 70. Giacobbe viene atterrato in area di rigore, il fischietto D'Ascanio di Ancona non ha dubbi e fischia la massima punizione. Dal dischetto Buric spiazza Tomei per il vantaggio veneto. Il Ravenna non ci sta e si getta in avanti, ma Sereni (in due circostanze) e Marozzi sfiorano solamente la rete del pareggio. Al ritorno il Legnago per salvarsi può perdere anche con un gol di scarto, ai ragazzi di Leo Colucci servirà un’impresa.

Nell’altra sfida, quella relativa al girone C, primo round al Bisceglie di Bucaro, che si impone 2-1 sulla Paganese. Primo tempo che si chiude con i neroazzurri padroni di casa sul doppio vantaggio. Al 15’ i pugliesi si portano avanti con Makota, servito con un assist del tutto involontario da Mansour, che con un destro ad incrociare, trafigge Baiocco. Al 36’ il raddoppio del Bisceglie, che sugli sviluppi di un corner, con Priola, in torsione di testa, trova la rete. Il portiere dei campani, ex amaranto tra le altre, sul finale di tempo evita la terza rete, con una gran parata, su bolide di Cittadino. Nella ripresa la Paganese si sveglia, grazie soprattutto all’inserimento del baby Guadagni (classe ‘2001), che vivacizza decisamente il reparto offensivo. Al 66’ ospiti che accorciano le distanze. Sventagliata di Schiavino sulla sinistra per Zanini, cross basso di prima intenzione per Diop, che sotto porta con un tap-in vincente, trova il goal. La squadra di Di Napoli prende coraggio, ma sulla sua strada trova uno Spurio sempre reattivo. Tra sette giorni per salvarsi la Paganese ha solo un risultato, ovvero la vittoria, in caso contrario, campani in D e Bisceglie che resterebbe in terza serie.

Infine c’è incertezza sulla disputa del recupero di domani della partita dei play-off tra Triestina e Virtus non disputata domenica scorsa causa Covid. Giornata a riguardo decisamente intensa. In mattinata Fresco ha spiegato bene lo stato delle cose in casa rossoblù: "Con questa situazione la Ulss non intende farci partire, ad oggi l'ipotesi che va per la maggiore è un ulteriore rinvio fissato per mercoledì 19. Oppure un'altra pista percorribile è che la Triestina venga a giocare qui a Verona. Al momento ho a disposizione quattordici giocatori, la situazione evolve nel giro di poche ore, noi siamo vigili. Meglio domenica o mercoledì prossimo? Mi vanno bene entrambe le date, glissa Fresco, la linea della società è di riporre la massima fiducia nelle istituzioni competenti. Attendiamo il responso della Ulss e ci comporteremo di conseguenza, com'è logico e corretto che sia". In serata è arrivato però il via libera da parte della Ulss alla Lega Pro per far giocare l'incontro. Parrebbe scongiurato quindi il nuovo rinvio, anche se il mister scaligero non è dello stesso avviso: ”L’Asl ha autorizzato la trasferta, ma soltanto nella giornata di domani. Per questo non ci pare giusto fare una cosa simile con 13 positivi e con una trasferta nello stesso giorno della partita. La Federazione sta decidendo, ma noi chiederemo di non giocare. Se ci obbligheranno? Valuteremo cosa fare”. Domani ne sapremo di più.

 

scritto da: Mauro Guerri, 16/05/2021





Play-out / Ravenna-Legnago 0-1

comments powered by Disqus