Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Alessandro a Istanbul - Turchia
NEWS

Mencarelli sì, Martinez anche, con Bucchi e Raso si tratta. E' la settimana dei rinnovi

Martucci ha avviato i colloqui con i giocatori più importanti per capire se esistono i margini per una conferma, anche alla luce della nuova politica della società basata su rimborsi spesi più bassi e premi a obiettivo. Con alcuni è stato raggiunto un accordo, con altri la negoziazione proseguirà nei prossimi giorni ed entro fine mese il quadro sarà più chiaro. I casi di Speranza e Cissé



Rubechini e Mencarelli restano con l'ArezzoE’ la settimana dei rinnovi. Ogni squadra si costruisce dalla spina dorsale e l’Arezzo non fa eccezione. Siccome poi i giocatori sopra i 25 anni in serie D sono svincolati in automatico ogni 30 giugno, si tratta di riacquistarli nel vero senso della parola. Nuova trattativa, nuovo accordo, nuova firma. Martucci ha iniziato i colloqui nei giorni scorsi e adesso, entro la fine del mese, avrà il quadro chiaro. La società ha abbassato il tetto massimo dei rimborsi spese, inaugurando la politica dei premi a rendimento. I calciatori, quindi, avranno un fisso più modesto rispetto a prima e un bonus in caso di raggiungimento dell’obiettivo. Che per l’Arezzo, ovviamente, è la promozione.
CHI RESTA – Stefano Rubechini è di proprietà dell’Arezzo, ma Martucci ha parlato pure con lui. E il classe ’90 di Indicatore farà parte della rosa a disposizione di Balbo, che lo stima per la versatilità. Nel 4-3-3 in costruzione può giocare da esterno d’attacco oppure da mezz’ala sinistra, in entrambi i casi con buoni risultati. Confermato pure Michele Mencarelli. Il terzino di Castiglioni, 27 anni, è destinato a diventare il giocatore più rappresentativo del gruppo per anagrafe, militanza e aretinità. Verso la permanenza in amaranto Federico Ciasca, classe ’88, mediano di corsa e interdizione ma con un piede non così malvagio. Salvo rivoluzioni nel reparto di centrocampo, Martucci lo terrà in organico. Poi c’è il 25enne Horacio Martinez, che già l’anno passato rinunciò alla C1 con il Latina per scendere in D ad Arezzo. A muoverlo verso i dilettanti fu il legame che aveva e che ha sia con Balbo che con Martucci. La sua permanenza non è in discussione, a meno che non gli arrivi un’offertona da categoria superiore.
IN TRATTATIVA – Per Bucchi, Pecorari e Raso bisognerà attendere ancora un po’. La società ha offerto la conferma a tutti e tre e in questa settimana si arriverà all’epilogo. Come in ogni contrattazione, per avvicinare le due parti in causa servono sforzi comuni nella stessa direzione. La forbice fra domanda e offerta, a quanto trapela, non è amplissima, dunque ci sono i margini per chiudere positivamente. Ma non è una soluzione così scontata, perché stiamo parlando di giocatori esperti e che hanno mercato. Potrebbero ritrovarsi con proposte più allettanti economicamente, anche di club importanti. E se Pecorari può essere considerato un aretino d’adozione, con tutti gli annessi e connessi, Bucchi e Raso a 29 e 30 anni hanno anche il diritto di guardare cosa accade intorno a loro. Martucci però ha un paio di argomenti a suo favore: il desiderio dei calciatori di restare in amaranto, specie ora che si sta delineando un progetto importante, e l’opportunità di giocarsi il buon esito della negoziazione con il premio finale. Che non sarebbe come vincere al superenalotto, ma che potrebbe rappresentare uno stimolo decisivo in più.

IL CASO SPERANZA - Del centrocampista classe '79 quest'anno si è parlato moltissimo, specie dopo che è risultata evidente una cosa: la sua assenza ha pesato come un macigno. L'infortunio al ginocchio lo ha tolto dal campo da novembre in poi, privando l'Arezzo del suo regista, giocatore sul quale era stata costruita la squadra. Speranza ha continuato a lavorare per mesi e ora vuole provare a rientrare in campo. Martucci è intenzionato a portarlo in ritiro, anche se la prudenza in questo caso è d'obbligo. Le condizioni del regista verranno testate giorno dopo giorno, specie dopo i carichi di lavoro della preparazione che saranno piuttosto pesanti. Se tutto dovesse filare liscio, la società prenderà in considerazione la possibilità di un tesseramento, ma nel frattempo si muoverà su altre piste.
IL CASO CISSE’ – Il 20enne attaccante è piaciuto molto ed è stato seguito da diversi club. Il problema più gravoso per lui è lo status di extracomunitario, che gli preclude alcune strade perché in Italia i regolamenti al riguardo sono piuttosto complessi. Per esempio: Cissé potrebbe salire in serie A ma non in serie B, a meno che non ci arrivi come prestito da un club di A. E non potrebbe giocare nemmeno in Lega Pro, perché quest’anno era tesserato come dilettante e non come professionista. Però potrebbe restare ad Arezzo, sia in D che in seconda divisione, o trovare squadra in Lega Pro facendo leva sul caso di Ameth Fall, il senegalese ingaggiato a gennaio dal Lecco. Un guazzabuglio vero e proprio, al punto che non ci sarebbe da stupirsi se Cissé, alla fine, si trasferisse all’estero.

 

scritto da: Andrea Avato, 25/06/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Amaranta, il 25/06/2012 alle 10:34

Foto Commenti

Forza Raso e Bucchi, un piccolo sforzo da tutte e due le parti (Arezzo e giocatori) cosi' ripartiamo praticamente da dove eravamo rimasti...con uno/a Speranza in piu'.... (brutto il gioco di parole, ma è quasi obbligatorio).

Commento 2 - Inviato da: el lagarto, il 25/06/2012 alle 12:39

Foto Commenti

IO non sono preoccupato, tanto rimarranno tutti

Commento 3 - Inviato da: RICK57, il 25/06/2012 alle 23:49

Foto Commenti

Io non pregherei nessuno. La societa' ha psto delle condizioni logiche e condivisibili. Chi le accetta reta, chi non le accetta, arrivederci e grazie...stop. Siamo in D........