Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Como, Perugia, Ternana, Alessandria
PLAY OFF finale andata
Padova00Alessandria
PLAY OUT andata
Ravenna01Legnago
Fano00Imolese
IN SERIE D
Pistoiese, Lucchese, Livorno, Fano, Ravenna, Arezzo, Bisceglie, Cavese
MONDO AMARANTO
Alessio, Francesco, Luchino, Poggio e Peiote allo stadio
NEWS

Ripescaggi, il CF non decide. Riammesso solo il Picerno. Via alla riforma con C elite e D elite

Riguardo la definizione degli organici di serie C, il consiglio federale ha preso tempo fino al 2 agosto, giorno in cui il Tar del Lazio discuterà i ricorsi di Chievo, Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese´╗┐, tutte escluse dai rispettivi tornei. Stilata la graduatoria delle ripescabili: Latina, Fidelis Andria e Siena provenienti dalla D e Lucchese, Fano e Pistoiese dalla Lega Pro. Dall'anno prossimo green pass per tutti i tesserati. Gravina: ''Dal 2024/25 solo due leghe prof in Italia''. Calcio femminile, in B Palermo e Torres, niente ripescaggio per l'Acf Arezzo



Il Consiglio ha dato delega al presidente federale, insieme ai presidenti delle componenti, per procedere al completamento delle vacanze di organico attese le motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni e le eventuali impugnazioni al Tar con richiesta di provvedimento monocratico.

 

SERIE B - In applicazione del Comunicato Ufficiale n.288/A del 14 giugno sono arrivate due domande di riammissione in Serie B da parte delle società Cosenza e Reggiana. Il Consiglio ha preso atto del parere delle Commissioni e dei criteri del Comunicato Ufficiale n.279/A del 14 giugno per l’integrazione dell’organico e ha indicato il Cosenza quale società con priorità per la riammissione al campionato di Serie B.

 

SERIE C - In applicazione del Comunicato Ufficiale n.293/A del 14 giugno sono arrivate domande di integrazione di organico dai seguenti Club: Arezzo, Alma Juventus Fano, Cavese, Fidelis Andria, Latina, Lucchese, Pistoiese e Siena. Il Bisceglie ha presentato domanda di riammissione, ma non essendosi verificata alcuna situazione prevista dall’art.49, comma 5 bis delle NOIF, la domanda è stata ritenuta inammissibile.

Preso atto del parere delle Commissioni e dei criteri fissati dal Comunicato Ufficiale 285/A del 14
giugno, il Consiglio ha votato la seguente graduatoria per l’integrazione dell’organico in Serie C: Latina, Fidelis Andria e Siena provenienti dalla Serie D e Lucchese, Alma Juventus Fano e Pistoiese dalla Lega Pro (gli eventuali ripescaggi avvengono in maniera alternata, quest’anno con priorità alle società di Interregionale).

A seguito della rinuncia della Società Gozzano, attesa la relazione della Commissione Criteri
Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi e della Covisoc, il Consiglio ha deciso di ammettere in Serie
C l’AZ Picerno. Successivamente, il Consiglio ha votato all’unanimità di ammettere in sovrannumero in Serie D la rinunciataria Gozzano tenuto conto della straordinarietà della situazione determinatasi a causa della pandemia da Covid-19.

Il Consiglio federale, alla luce delle bocciature e dei ricorsi al Tar del Lazio ha deciso di aspettare. Le società bocciate sono 5: Chievo in B, Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese in C. Tutte (in dubbio solo la Casertana) faranno ricorso al tribunale amministrativo con provvedimento monocratico, ma nel frattempo Gabriele Gravina, che ha avuto precisa delega dal Consiglio federale, dopo aver ricevuto le motivazioni delle sentenze del Collegio di Garanzia del Coni (entro il 2 agosto) potrà decidere in autonomia, senza aspettare il ricorso dello stesso Tar.

 

CALCIO FEMMINILE - Per quanto riguarda i campionati nazionali di Serie A e Serie B organizzati dalla Divisione Calcio Femminile per la stagione sportiva 2021/2022, preso atto dei pareri favorevoli della Covisof in merito ai ricorsi pervenuti dall’ASD Palermo e dalla Sassari Torres, il Consiglio Federale ha approvato all’unanimità l’ammissione delle Società al Campionato di Serie B femminile

 

RIFORMA CAMPIONATI - Come anticipato nei giorni scorsi, il presidente Gravina ha presentato una bozza di riforma del sistema ispirata ai principi di sostenibilità e stabilità, rinnovando il confronto tra le componenti su un argomento non più rinviabile. “È tempo di cambiare per dare una prospettiva di lungo termine al calcio italiano”, con queste parole il numero uno della Federazione ha aperto la discussione in Consiglio dopo aver inviato ieri un documento a tutti i presidenti delle componenti. Crisi economica e difficoltà gestionali, sono gli argomenti principali che hanno spinto Gravina a trovare delle soluzioni per creare le condizioni migliori per svolgere l’attività sportiva in maniera programmata. Il progetto sviluppato su più annualità prevede la creazione, a partite dalla prossima stagione sportiva, di una C Elite e di una D Elite per aggredire una delle criticità economiche più grandi del sistema: il salto di categoria. Raffreddamento del sistema, contenimento dei costi e una nuova suddivisione delle risorse sono gli obiettivi dichiarati della bozza di riforma.

Con l’avvio della stagione sportiva 2024/2025, l’obiettivo di Gravina è ridurre a due il numero delle Leghe professionistiche alle quali delegare l’organizzazione dei campionati professionistici.
Partendo dal principio dei vincoli e dei blocchi a livello statutario che impediscono l’approvazione
di un qualsiasi progetto di riforma del sistema, il presidente federale ha annunciato che è sua
intenzione convocare un’Assemblea straordinaria entro la fine del mese di novembre per
aggiornare lo Statuto della FIGC.

 

GREEN PASS - Il Consiglio ha approvato una norma che prevede l’obbligatorietà del Greenpass (vaccino, attestato di guarigione da Covid-19 e tampone entro le 48 ore) per i tesserati che disputano le competizioni professionistiche e di Serie A femminile.

 

scritto da: La Redazione, 27/07/2021





comments powered by Disqus