Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 6a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Badesse--Pianese
Cascina--Cannara
Flaminia--Scandicci
Foligno--Sangiovannese
Gavorrano--Arezzo
Montespaccato--San Donato
Rieti--Tiferno
Trestina--Pro Livorno
Unipomezia--Poggibonsi
MONDO AMARANTO
Davide, Nicola e Niccolò all'Emirates Stadium di Londra
NEWS

Preso Pisanu, l'Arezzo si rinforza a centrocampo. Nel mirino anche l'under Pellacani

Ufficiale il tesseramento del 28enne mediano, l'anno scorso in forza al Latte Dolce Sassari: Mariotti lo ha già allenato al Monterosi e alla Torres. Interessa anche il mancino classe 2000 cresciuto nelle giovanili della Lazio. Apolloni intanto ha firmato in Eccellenza con il Livorno, squadra della sua città



Michele Pisanu (foto Monterosi calcio)Un giocatore che esce, uno che entra. L'Arezzo ha ufficializzato l'acquisto del centrocampista Michele Pisanu, classe '93, l'anno scorso in forza al Latte Dolce Sassari in serie D (26 presenze senza gol). In organico va a prendere il posto di Federico Apolloni (2000), trasferitosi al Livorno in Eccellenza.

Originario di Cagliari, Pisanu è cresciuto nelle giovanili rossoblu prima di approdare al Bellaria in C2. Poi tanta esperienza nei dilettanti con le maglie di Nuorese, Lanusei, Monterosi e Torres. In queste ultime due società ha avuto come allenatore proprio Marco Mariotti, che lo conosce bene e ha caldeggiato il suo arrivo.

Pisanu ha caratteristiche duttili, è una mezz'ala che all'occorrenza può giocare anche da regista davanti alla difesa. Sia al Monterosi che in Sardegna si è fatto apprezzare per la corsa e l'aggressività, qualità che in questo momento sembrano mancare alla mediana amaranto.

Il giocatore ha sostenuto le visite mediche e da oggi comincia ad allenarsi con i compagni. Sarà disponibile per la partita di domenica contro il Trestina, primo turno di campionato che è già una gara spartiacque per l'Arezzo.

E' chiaro che adesso, senza Apolloni e con Pisanu in organico, Mariotti dovrà trovare nuovi incastri per gli under. Dando per scontato che uno è in porta e due sono in difesa, resta il quarto da piazzare. E considerando che la mediana titolare dovrebbe essere composta da Sicurella, Aliperta e Pisanu, salgono le quotazioni di Mancino, elemento offensivo che potrebbe ricoprire il ruolo di trequartista o di seconda punta.

In ogni caso il mercato non è chiuso per quel che riguarda i giovani. Nel mirino dell'Arezzo c'è Lorenzo Pellacani, classe 2000, mancino cresciuto nelle giovanili della Lazio e reduce da tre stagioni di serie D con il Monterosi. L'anno scorso ha giocato 32 volte (13 da titolare), sa fare l'esterno alto e la mezz'ala e potrebbe essere un'alternativa in più, anche nel caso di un cambio modulo dal 4-3-1-2 al 4-4-2.

Apolloni, che nelle prime apparizioni aveva destato buona impressione, come detto ha firmato in Eccellenza con il Livorno, squadra della sua città. Il ragazzo, ex Gavorrano, dopo l'amichevole di Castiglion Fiorentino era finito ai margini del gruppo per alcuni problemi fisici. Dopo averlo sottoposto a una lunga serie di accertamenti clinici, i medici hanno fortunatamente escluso complicanze cardiache. A quel punto la chiamata del Livorno, e la decisione dell'Arezzo di inserire nel reparto un elemento con caratteristiche diverse, hanno chiuso il cerchio.

 

scritto da: Andrea Avato, 14/09/2021





comments powered by Disqus