Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Luigi in Egitto
NEWS

L'Unipomezia in trasferta fa più punti che in casa. Centioni ad Arezzo con il 433

La formazione romana ha cambiato molto sul mercato e dall'ottobre scorso ha cambiato anche in panchina, trovando maggiore continuità. Cruciani a centrocampo e Delgado in attacco i giocatori più rappresentativi. Nelle gare esterne conquistati 9 punti sui 16 totali. All'andata, ad Ardea, vinsero gli amaranto per 3-1



il gol di Delgado su rigore nel match di andataUNIPOMEZIA, QUANTI CAMBIAMENTI - Dopo le tre trasferte consecutive senza grandi soddisfazioni, l’Arezzo torna al Comunale per affrontare l’Unipomezia. I laziali, con 16 punti, occupano la quindicesima posizione appaiati al Foligno. La squadra del patron Walter Valle, all’esordio assoluto in D, ha cambiato tanto rispetto alla gara d’andata giocata a settembre. Nuovo l’allenatore, in panchina dal 15 ottobre siede David Centioni, che è subentrato all’esonerato Antonio Foglia Manzillo. Romano classe ’70, ex Real Monterotondo e Corneto Tarquinia, è allenatore che ha dato una discreta svolta alla squadra che dal suo arrivo ha lasciato l’ultimo posto, migliorando anche a livello di gioco, proponendo un calcio offensivo e propositivo.

 

MERCATO ATTIVO - Diversi anche i volti nuovi giunti dal mercato grazie al lavoro del ds Maurizio Proiettti. Sono arrivati in porta il baby Spadini (’01) dal Novara, il difensore Scardola tesserato dal Civitavecchia, inoltre i centrocampisti Bramati (Fc Messina) e Mancini (’02, svincolato ed ex Tor Sapienza e Carpi), il trequartista Dennis Cartella (’00 giunto dall’Orleta Radzyn Podlaski, squadra di terza serie polacca) ed infine gli attaccanti Lupi dal Monterotondo e lo svincolato Assulin, israeliano classe ’91, senza squadra dopo l’esperienza con il Crema della scorsa stagione. Hanno lasciato la maglia rossoblù Del Duca (Tivoli), Ronci (Nettuno), Passi (Sora), Porzi (Paliano) e Gabriel Ribeiro passato al Casarano.

 

 

IL CAMMINO - La formazione laziale è reduce dal ko a testa alta di domenica scorsa contro la capolista San Donato (0-2): la squadra di Centioni ha pagato a caro prezzo un paio di episodi, ma si può consolare con una prestazione che l’ha vista lottare ad armi pari contro i più blasonati avversari, che hanno fatto propria la gara nella ripresa, trovando il doppio vantaggio solo nei minuti di recupero e con i laziali rimasti in 10 causa l’infortunio del centrale Santese. Per la sfida del Comunale probabili quindi i forfait del difensore e del collega di reparto Panini uscito anche lui anzitempo nella sfida ai ragazzi di Indiani. Oltre a loro in dubbio anche la presenza di Suffer (’02) e di Schiavella (’03).

 

PROBABILE FORMAZIONE - Unipomezia che quindi dovrebbe schierarsi con il consueto 4-3-3. In porta Siani (’02), linea difensiva con Ilari a destra e il 2003 Odero sull’out opposto, mentre centralmente a far coppia con Mancini (’02) molto probabilmente il nuovo Scardola. In mediana Cruciani, Bramati e Di Battista (’00) che dovrebbe essere preferito a Ramceski per la regola delle quote, mentre in avanti capitan Delgado e Lupi a supporto di Andrea De Iulis o Tozzi. Non è escluso però in attacco l’utilizzo di Cartella (’00), magari per liberare un posto under, per dare maggior così esperienza in mediana.

 

CARATTERISTICHE DI SQUADRA - Squadra non giovanissima per la categoria, in questa prima parte di campionato ha fatto vedere il meglio in fase di costruzione, ma è decisamente rivedibile nel comparto difensivo. Nonostante il cambio in panchina, subisce troppe reti: con 34 gol al passivo peggio ha fatto solo la Pro Livorno e le defezioni di Santese e Panini non aiutano certo la solidità del reparto arretrato. Difesa che ha sovente commesso errori di posizionamento e disattenzioni a livello di allineamento della retroguardia, scalatura e soprattutto marcatura. La mediana di contro è reparto tosto, dove a Cruciani e Ramceski è stato affiancato Fabrizio Bramati, giocatore con tanta esperienza in C, play forte agonisticamente, con buona visione di gioco e discreto calcio. L’attacco non ha numeri strepitosi, 20 le reti realizzate fino ad oggi, ma ha giocatori bravi a battagliare su ogni pallone, a giocare in ripartenza: infatti la compagine romana ha realizzato la maggior parte dei suoi gol in trasferta (12) dove riesce a trovare più spazi.

 

l'allenatore David CentioniGIOCATORI TOP - Tra i giocatori di maggior spessore c’è Michel Cruciani che ha incrociato diverse volte l’Arezzo in C quando vestiva la maglia del Siena, della Lucchese e della Viterbese. Classe ’86, è mediano caratteriale e coriaceo, giocatore più di spada che di fioretto, temibile alla conclusione, tempista negli inserimenti, le 3 reti realizzate fino ad oggi lo stanno a dimostrare. L’altro giocatore invece da tenere d’occhio è senza dubbio capitan Roberto Delgado, 36 anni da compiere a maggio, attaccante spagnolo da ormai quasi 30 anni in Italia. È punta forte fisicamente, discreto tecnicamente e bravo nel gioco aereo, a cui piace svariare tanto, nonostante la stazza, nel fronte offensivo, anche per rifinire la manovra offensiva dei suoi, autore di 3 reti in stagione.

 

SQUADRA DA TRASFERTA - Lontano da casa la compagine di Centioni ha raccolto la maggior parte dei suoi punti, 9 su 16, riuscendo a restare imbattuta nelle ultime tre partite, dove ha totalizzato 7 punti sui 9 a disposizione. In trasferta si è imposta in due occasioni (Cascina e Rieti), pareggiando in tre circostanze (il più recente lo 0-0 di San Giovanni nel turno pre-natalizio) e raccogliendo altrettante sconfitte, l’ultima in ordine di tempo, datata 14 novembre per 4-2 contro il Lornano Badesse. Formazione che, vista anche la situazione degli amaranto, non sarà facile da affrontare, perché ultimamente ha trovato una certa quadratura e una discreta qualità di gioco.

All’andata l’Arezzo si impose per 1-3, sul neutro di Ardea, grazie alle reti di Foggia, Sparacello e Ramon Muzzi, nessuno dei tre oggi in amaranto, con rete dei padroni di casa firmata da Delgado, su rigore, per il momentaneo 1-2. È la prima volta che le due squadre si incontrano al Comunale.

 

scritto da: Mauro Guerri, 05/02/2022





comments powered by Disqus