Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Davide, Nicola e Niccolò all'Emirates Stadium di Londra
NEWS

La strana storia del Lecco: retrocesso in D e adesso quotato in borsa a Wall Strett

Il club lombardo è stato acquistato dall'italo americano Joseph Cala, che ha promesso mari e monti e ha provveduto ad annunciare subito l'ingresso dei blucelesti nel mercato azionario più importante del mondo, oltre ai try-out modello Nba e a un software d'allenamento elaborato a Cambridge. Una di quelle vicende estive sospese a metà tra bufala e stupore



Joseph Cala ha acquistato il Lecco (foto La Provincia di Lecco)Succede anche questo, nelle giornate di quest'estate dove anche le ondate di caldo hanno un nome, come se il fatto che faccia caldo in estate debba fare notizia. Succede, perché all'uscita della notizia sul sito ufficiale dell'AC Lecco, club dal passato glorioso (con 3 campionati di serie A all'attivo) che a fine anno festeggerà il centenario della sua fondazione, hanno fatto seguito testate autorevoli come l'ANSA e Sport Mediaset. Persino il Sole 24 Ore ci ha scritto un articolo, perché la notizia non è di quelle che si sentono tutti i giorni. La Calcio Lecco, appena retrocessa in Serie D dopo aver perso i play-out contro il Mantova, sarà la prima società calcistica mondiale ad essere quotata a Wall Street. Prima ancora che ci arrivino i colossi del calcio mondiale, tipo Barcellona o Manchester United, per dire. In realtà, ad essere quotata alla Borsa di New York è la Cala Corporation, che ha acquisito il 79% delle quote della società lacustre, e che quindi la fa diventare quotata in quanto parte del gruppo.
Ora, però, sarà perché è estate, sarà perché una cosa così non si era mai vista, è lecito farsi delle domande. Cominciando dal presidente, l'italoamericano Joseph Cala, che fu presidente della defunta Salernitana per 11 giorni (!) promettendo mari e monti e sparendo poi come neve al sole. Poi tentò di acquistare il Portsmouth, ma anche lì la cosa si rivelò essere una bolla di sapone. Ora Mr. Cala, che nella vita costruisce alberghi sott'acqua (!), ha deciso di riprovarci. E le trovate sono all'ordine del giorno, come quella di organizzare dei try-out stile NBA, con 50 giocatori convocati per decidere chi tenere in rosa e chi "tagliare", o l'aver dichiarato di utilizzare, per gli allenamenti, un software elaborato a Cambridge. Dal punto di vista mediatico, quindi, possiamo dire: "missione compiuta".
Ad oggi, non è dato sapere che ne sarà di questa squadra, che Cala pronostica "in serie A tra quattro anni": le dichiarazioni dei personaggi maggiormente in vista vanno dall'entusiasmo della prima ora di Roberto Formigoni, lecchese doc, che su Twitter dichiara tutto il suo entusiasmo per questa opportunità, a una molto maggiore cautela da parte dei più importanti politici locali e dei dirigenti sportivi lacustri. Dai vertici del principale sport italiano, invece, tutto tace, forse per timore di incappare in una bufala. Intanto, il 10 agosto si dovrebbe sapere da dove partirà l'avventura dei blucelesti, se dalla serie D o dalla Lega Pro, tramite ripescaggio. Ammesso e non concesso che per allora il Lecco abbia ancora Joseph Cala come proprietario. Altrimenti, sarà solo l'ennesima storia bizzarra che alletta gli sportivi in estate, quando le bocce sono ferme e, in definitiva, bisogna comunque parlare di qualcosa.

 

il blog di Roberto Gennari

 

scritto da: Roberto Gennari, 01/08/2012





Presentazione di Joseph Cala al Lecco

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: BakaNeko87, il 01/08/2012 alle 17:23

Foto Commenti

Levategli il fiascooooooo!!!