Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
i dirigenti di Sant'Andrea in tribuna allo stadio
NEWS

Arezzo, errore dal dischetto dopo dieci gol di fila. Il Badesse non porta bene a Calderini

Il fantasista amaranto si è presentato dagli undici metri dopo un conciliabolo con Cutolo, l'altro specialista. Ma, come successo lo scorso 19 settembre quando giocava con il Tiferno, si è fatto respingere il tiro. In mezzo per lui otto trasformazioni consecutive. Quello di Lucatti invece è stato il nono penalty stagionale contro gli amaranto (otto andati a segno)



Cutolo e Calderini poco prima del rigore sbagliatoAll'undicesimo tiro dal dischetto è arrivato l'errore. Prima di domenica, l'Arezzo aveva trasformato tutti e dieci i calci di rigore guadagnati in campionato, con una striscia positiva degna di nota. A Badesse, invece, Calderini si è fatto parare il tiro da Conti, che ha intuito l'angolo e con il braccio sinistro ha deviato in corner.

Prima di mettere la palla sul gesso, Calderini aveva parlottato con Cutolo. Gli specialisti dagli undici metri sono loro due e il capitano ha lasciato al compagno l'opportunità di segnare e avvicinarsi a quota 20 gol in stagione (adesso è a 18).

Ma è andata male, con il fantasista che non ha calciato alla solita maniera, cioè rallentando la rincorsa per far muovere il portiere e piazzare la palla nell'angolo opposto. Stavolta ha mirato il palo alla sua destra, ha aperto il piattone ma ne è venuto fuori un tiro debole e non troppo preciso.

Curiosamente, Calderini quest'anno aveva sbagliato solo una volta dagli undici metri e sempre contro il Badesse, nella partita del 19 settembre scorso. Giocava ancora con il Tiferno e in quella circostanza fu Siliberto a respingere il tiro. Poi per lui quattro trasformazioni di fila con i biancorossi e quattro con gli amaranto.

 

 

Quest'anno dagli undici metri, per l'Arezzo, hanno segnato in quattro. Foggia mise dentro lo 0-2 in casa dell'Unipomezia dopo essersi guadagnato il penalty. Poi è toccato a Strambelli contro il Foligno (fallo su Mancino), a Città di Castello con il Tiferno (Foggia), contro il Badesse e a Scandicci (Calderini).

Cutolo ne ha battuto uno solo, nel 3-3 del Comunale con il Badesse. Fu lui a procurarselo e infilare Conti per il momentaneo 2-2. Calderini invece aveva fatto centro consecutivamente contro il Rieti, a Foligno (mani di Savarise), a Livorno (Doratiotto) e a Piancastagnaio (Zona).

Se 11 rigori a favore in 33 giornate non sono pochi, lo stesso si può dire per quelli contro. Colombo si è trovato davanti 9 rigoristi, con esiti non propriamente felici: gli hanno fatto gol Delgado dell'Unipomezia (fallo di Mastino), Marcheggiani del Rieti (Lomasto), Vassallo della Sangiovannese (Pinna), Calderini quando giocava al Tiferno (Aliperta), Camarlinghi della Pro Livorno (Biondi), Buzzegoli del San Donato (Benedetti), Tascini della Pianese (Biondi) e Lucatti del Badesse (Mancino).

L'unico errore è di Peluso del Foligno, che davanti alla sud colpì la traversa (il fallo era stato di Mastino). Peluso, peraltro, contro l'Arezzo aveva sbagliato dagli undici metri anche in Coppa Italia: Colombo riuscì a metterci le mani ma poi l'attaccante aveva fatto gol sulla ribattuta.

 

TUTTI I RIGORI CONCESSI NEL GIRONE E DI SERIE D

 

scritto da: Andrea Avato, 10/05/2022





comments powered by Disqus