Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Pera, Chiodo, Franz, Papero in trasferta a Foligno
NEWS

L'Arezzo: ''Tornare quanto prima nei prof''. L'assessore: ''I tifosi meritano altri palcoscenici''

La società, con una nota ufficiale, oltre a smentire l'acquisizione del Rieti calcio, ha ribadito la volontà di riorganizzare la struttura sportiva con l'obiettivo di salire al più presto di categoria. Il plauso di Scapecchi: ''Impegno che l'amministrazione accoglie con piacere. Rinnovata la concessione per stadio e Caselle fino al 2026: l'impianto a norma è uno dei requisiti fondamentali per il ripescaggio''



Ieri l'Arezzo, con una nota ufficiale, ha smentito di nuovo l'interessamento per il Rieti calcio, ribadendo che l’attuale proprietà è concentrata solo ed esclusivamente nella riorganizzazione della propria struttura dirigenziale e sportiva, al fine di garantire il miglior futuro possibile al club amaranto per tornare quanto prima nelle categorie professionistiche.

 

Stamani l'assessore allo sport, Federico Scapecchi, ha commentato con favore la dichiarazione d'intenti del club.

“Accolgo con piacere la conferma dell’impegno a favore del sodalizio sportivo da parte della proprietà dell'Arezzo calcio e condivido l’auspicio di poter rivedere presto la squadra calcistica più rappresentativa della città militare in un campionato professionistico, magari già dalla prossima stagione qualora, nonostante la mancata promozione sul campo, si aprano le porte per un eventuale ripescaggio.

L’amministrazione comunale, come noto, a seguito dell’impegno della società circa l’esecuzione di alcuni lavori di miglioria, ha rinnovato la concessione dello stadio alla società sportiva fino al 2026: la disponibilità di un impianto in regola con i parametri della Serie C è condizione necessaria per poter coltivare questa ambizione.

La tifoseria ha dimostrato anche in occasione dell’ultimo match stagionale, se mai ce ne fosse bisogno, di meritare palcoscenici più prestigiosi delle serie dilettantistiche. Tifoseria che, al pari di tutta la città, non è e non può essere rappresentata dai pochi che si sono resi protagonisti in negativo con offese e ingiurie: desidero pertanto condannare l’episodio di violenza verbale andato in scena in tribuna sabato scorso e allo stesso tempo esprimere la mia solidarietà alla famiglia Manzo”.


scritto da: La Redazione, 25/05/2022





comments powered by Disqus