Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 34a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo31Flaminia
Foligno21Unipomezia
Gavorrano71Trestina
Montespaccato11Rieti
Poggibonsi22Cascina
Pro Livorno04Pianese
San Donato10Cannara
Sangiovannese20Badesse
Tiferno22Scandicci
MONDO AMARANTO
Luca in luna di miele alle Seychelles
NEWS

Ferretti: ''Sfiducia nei miei confronti. Aretini, ditemi voi: volete che resti o che vada via?''

Dopo il campanello d'allarme di Orgoglio Amaranto, arriva la risposta del presidente dell'Us Arezzo. ''Stiamo lavorando senza risparmio fisico, di tempo e di risorse economiche, anche per superare ostacoli burocratici a dir poco ridicoli. Ma avverto poca fiducia nel sottoscritto. Ai tifosi dico: decidete se devo lasciare la carica. Qualunque sarà la scelta, accetterò senza recriminazione''



Dopo il campanello d'allarme suonato stamani da Orgoglio Amaranto, che ha espresso una certa preoccupazione per le procedure d'iscrizione al prossimo campionato (l'Arezzo è già sotto penalizzazione per non aver pagato gli stipendi ai tesserati entro il 26 giugno), arriva la risposta del presidente Mauro Ferretti. Ecco il testo.

 

“Pur non essendo ad Arezzo, mi giungono voci di preoccupazioni su eventuali problemi per l’iscrizione dell’Us Arezzo al prossimo campionato. Il sottoscritto, con il validissimo aiuto del vicepresidente, sta lavorando affinché tutto si concluda bene, senza alcun risparmio fisico, di tempo e di risorse economiche, oltre al superamento di ostacoli burocratici a dir poco ridicoli.

Dopo tutto ciò, avverto però la sensazione di poca fiducia nel sottoscritto: è ora quindi che i tifosi e gli aretini tutti dicano se devo lasciare la carica di presidente o se vogliono che resti. Non è più mia intenzione, infatti, proseguire nello stato di sfiducia già vissuto negli anni precedenti.

O resto o vado via: decidete voi. Qualunque sia la vostra scelta, sarà da me accettata senza alcuna recriminazione. Grazie e Forza Arezzo”.

 

scritto da: La Redazione, 01/07/2017





comments powered by Disqus