Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Claudio e Daniele in trasferta a Venezia
NEWS

Materazzi non sbatte la porta: "Nessuna fuga, magari un giorno torno"

Il direttore tecnico spiega i motivi del suo addio: "Dopo anni di panchina, la mia ambizione è lavorare con un settore giovanile vero. Purtroppo ad Arezzo ci sono i progetti ma non ancora le strutture e per questo ho accettato la proposta del Treviso. Lì la logistica è migliore, si può cominciare subito. Ma la mia non è una fuga. Anzi, dico ai tifosi amaranto di stare tranquilli: la società sta pensando all'oggi e al domani. E con Martucci ci siamo lasciati benissimo. In futuro chissà..."



Beppe Materazzi dà indicazioni al giovane Cissé“Scriva questo per favore. I tifosi abbiano fiducia, perché la società sta lavorando per l’oggi e per il domani. E sta lavorando bene”. E’ un addio al miele quello di Giuseppe Materazzi, da domani nuovo direttore dell’area tecnica del Treviso. Anzi, a sentire lui potrebbe essere pure un arrivederci: “Con Walter Martucci ci siamo parlati a quattr’occhi e ci siamo detti che, se un giorno ce ne sarà la possibilità, tornerò molto volentieri”.
Per adesso però le strade di Materazzi e dell’Arezzo si separano. All’ex allenatore di Lazio e Bari, al papà di Marco che sollevò al cielo di Berlino la Coppa del Mondo, è arrivata un’offerta importante (“dal punto di vista professionale, non economico” ha precisato) e l’ha accettata dopo averci pensato su: “Non volevo e non voglio che la mia venga interpretata come una fuga. Non è così. In amaranto sono venuto con entusiasmo e credo di essermi comportato con professionalità. Ma la mia ambizione, dopo anni di panchina, è di lavorare con un settore giovanile vero. E ad Arezzo, purtroppo, ci sono i progetti ma non ancora le strutture. A Treviso sono andati degli amici che mi hanno chiesto insistentemente di dar loro una mano. Lì la logistica è migliore, si può cominciare da subito e per questo ho detto sì”.

 

in panchina insieme a Bacis, Tocci e PellicanòIl club veneto ha vissuto le stesse peripezie dell’Arezzo, anzi peggio. Nel 2009 arrivò ultimo in serie B, fallì e ripartì dall’Eccellenza, dove giunse settimo ma fu ammesso d’ufficio alla serie D. L’anno scorso ha vinto il campionato e quest’anno è tornato tra i prof. Materazzi verrà presentato alla stampa domani pomeriggio insieme ai nuovi dirigenti Ivano Reggiani e Massimo Orlando, quelli che l’hanno convinto a seguirli. “Il calcio è imprevedibile – ha aggiunto Materazzi. Io stavo seguendo un sacco di giocatori per l’Arezzo, ero andato a visionare tante partite. Poi mi si è aperta questa possibilità che giudico molto interessante. Ma ai tifosi amaranto dico di stare sereni: Severini e Martucci stanno portando avanti dei piani di lavoro molto interessanti. Non ci sarà nessuna smobilitazione, credetemi. E la mia non è una sviolinata, non fa parte del mio carattere. L’Arezzo deve tornare al più presto in categorie più consone alla sua storia. Gli auguro di farcela alla svelta”.
Fu Martucci a puntare su Materazzi l’estate scorsa, dopo l’addio di Balbo, affidandogli il ruolo di direttore tecnico a stretto contatto sia con Bacis che con Tocci. “La Juniores l’ho vista anche sabato, alle finali si farà valere. La prima squadra invece sta attraversando un momento di difficoltà, ma può venirne fuori. Bacis l’ho sentito poco fa, gli ho fatto un grande in bocca al lupo e tanti complimenti. E’ un ragazzo che farà strada. Martucci? Ci siamo lasciati da amici. In questi mesi ho apprezzato il suo lavoro, credo che lui abbia apprezzato il mio. Un domani chissà, magari ci incontriamo di nuovo”.
Poi la chiosa finale: “Un saluto a tutti, ad Arezzo siete brava gente”.

 

articolo pubblicato sul Nuovo Corriere Aretino


scritto da: Andrea Avato, 14/03/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 15:15

Foto Commenti

SIAMO BRAVA GENTE??? ma non s'era buboni,polemici,negativi,senza cultura sportiva etcetc.....come molti anche su questo sito lamentano????

LA REALTà è CHE chi ha vissuto il calcio SA come ad Arezzo la tranquillità per i giocatori e dirigenti regni sovrana,e le pressioni più grandi le faccia uno di nome FERRO su amaranto magazine.....ma poi alla fine infatti siamo in serie D....

Commento 2 - Inviato da: bravoo, il 14/03/2012 alle 15:18

Foto Commenti

Siamo brava gente...e di questo ne vado fiero.....

Commento 3 - Inviato da: bravoo, il 14/03/2012 alle 15:19

Foto Commenti

Credo che nel sito parecchi invece di fare gli esperti cominciassero a vedere le partite sul campo sarebbe meglio....FORZA VECCHIO CUORE AMARANTO....

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 15:21

Foto Commenti

FACCE LO SCONTO...SEVERINI FACCE LO SCONTOOOO FACCE LO SCOOONTOOOO SEVERINI FACCEE LO SCONTOOOOO alla fine se i giocatori l'han fatto a te ,te lo puoi fare a noi!!!

 

hey amigo gompra accendino....belo no caro....solo 1 €.....

va bene lo compro! ! ANZI no!!ti dò solo 75 cent sennò te lo tieni....

Commento 5 - Inviato da: tatanka, il 14/03/2012 alle 17:21

Foto Commenti

Sono d'accordo con Mino comunque era meglio se restava !

Commento 6 - Inviato da: piccolo 93, il 14/03/2012 alle 20:11

Foto Commenti

ma perche stiamo qui aprenderci per il culo la gente va via perche  non ci sono i soldi le novelle non le crede puù nessuno!

Commento 7 - Inviato da: ciabu, il 14/03/2012 alle 21:36

Foto Commenti

bisogna vedere ora se i tanti giocatori che visionava per l'Arezzo, se li porterà a Treviso... -_- e noi si ripiglia come il giocatore del Marsiglia: N'Koulou.

Commento 8 - Inviato da: pipanos, il 15/03/2012 alle 09:42

Foto Commenti

Torna? a fare cosa!!!