Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravennasab17.30Perugia
Gubbiodom15Mantova
Legnagodom15Arezzo
Matelicadom15Fano
V. Veronadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Carpi
Modenadom17.30Padova
Cesenadom20.30Imolese
Vis Pesarodom20.30Fermana
Triestinalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Paolo a Londra davanti allo stadio dei Gunners
NEWS

I soldi di Ferretti per chiudere la stagione. Antistadio e Unione Ciclistica, questioni spinose

Il presidente dell'Arezzo, come aveva anticipato l'avvocato Levati nella conferenza stampa del 6 marzo, ha versato più di mezzo milione di euro nelle casse sociali, garantendo gli emolumenti ai tesserati fino al 30 giugno e il rispetto dei parametri per l'iscrizione al prossimo torneo. Per la società però, dopo la devastazione alle strutture a Le Caselle, ci sono un paio di situazioni complicate: si dovrà andare a processo dopo la richiesta di risarcimento danni (70mila euro) dei proprietari dei campini, mentre la dirigenza ha intenzione di rivolgersi alla Polizia Municipale per ottenere lo sgombero dei locali occupati dall'Uca



L'avvocato Giovanni Levati lo aveva annunciato nella conferenza stampa del 6 marzo scorso: ''Il presidente Ferretti verserà a breve nelle casse sociali più di mezzo milione di euro per terminare la stagione in totale serenità''

Così è stato. L'Arezzo ha rispettato un passaggio molto importante per la vita amministrativa del club: questi soldi freschi serviranno per onorare gli stipendi dei tesserati fino al 30 giugno e mettono la squadra nelle migliori condizioni possibili per affrontare il finale di stagione. L'Arezzo inoltre avrà il semaforo verde per l'iscrizione al prossimo torneo, che è subordinata a tutta una serie di parametri rigidissimi riguardanti la salute economica delle società.

 

L'affare Nuccilli, dopo il boom dei giorni scorsi, si è un po' sgonfiato dal punto di vista gestionale e il fatto che Ferretti abbia garantito il pagamento degli emolumenti per i prossimi mesi è un segnale di chiarezza che aiuta soprattutto Sottili e i calciatori, impegnati nell'agguantare i play-off nella migliore posizione possibile.

Cosa succederà al termine di questo campionato è invece più difficile prevederlo, visto che il progetto tecnico e di marketing messo in piedi da Gemmi e Riccioli andrà sostenuto e alimentato ancora. Ma di questo se ne parlerà più avanti.

 

uno dei campini dell'antistadio in una foto d'archivioPer ora, mentre la squadra prepara la trasferta di Meda contro il Renate, la dirigenza sta approntando il piano d'investimento sulle strutture a Le Caselle, devastate da mani ignote in un raid notturno. A fine mese il consiglio comunale darà l'ok per la concessione degli impianti all'Us Arezzo e da settembre quello diventerà a tutti gli effetti il centro sportivo amaranto.

Una svolta non da poco, anche perché con l'antistadio la situazione si fa sempre più ingarbugliata. Avevamo dato notizia della richiesta di risarcimento presentata alla magistratura da parte dei proprietari dei terreni, quantificata in circa 70mila euro. I giudici hanno ritenuto ammissibile la perizia sui presunti danni ai campini e quindi si andrà al dibattimento, con l'ipotesi concreta che l'Arezzo debba quantomeno arrivare a una transazione. Tra tutte le cose bislacche successe negli ultimi anni, questa sarebbe la più grottesca di tutte.

 

In sospeso c'è anche la questione legata alla presenza nei locali dello stadio dell'Unione Ciclistica Aretina. L'Arezzo ha atteso per diversi mesi che l'Uca si trasferisse in altra sede, ma la situazione non si è sbloccata: in quegli ambienti la società vorrebbe realizzare il museo e il progetto a oggi è forzatamente bloccato.

La dirigenza amaranto, dopo aver avuto lo stadio in concessione dal Comune, aveva indicato prima il 30 novembre 2016 e poi il 28 febbraio 2017 come termini ultimi per il trasloco dell'Uca. A quanto sembra, l'Arezzo avrebbe intenzione di rivolgersi alla Polizia Municipale per ottenere lo sgombero dei locali.

 

scritto da: Andrea Avato, 16/03/2017





Amaranto con il 3-5-2 anche contro il Renate

comments powered by Disqus